CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

giovedì 26 agosto 2010

Con il tour di tre date dei Cori Oroith y Hodeiertz parte il XIX festival Concordia Vocis


Parte da Cagliari con il tour di tre date dei Cori Oroith y Hodeiertz
diretti da EnriqueAzurza - Katrin Iturralde
la diciannovesima edizione di Concordia Vocis.

Da Ejea de los caballeros, a Debrecen, dal festival internazionale di Gorizia all’edizione 2010 di Concordia Vocis. Sull’onda dei recenti successi ottenuti alle più importanti manifestazioni internazionali di musica vocale e in vista della partecipazione al concorso internazionale di Tolosa, a fine ottobre, approdano per la prima volta in Sardegna cori baschi Oroith y Hodeiertz.
Non poteva essere una scelta più che appropriata quella di affidare alle due formazioni spagnole dirette da Enrique Azurza e Katrin Iturralde, il compito di iniziare il nuovo viaggio tra le pagine e gli spartiti proposti al XIX Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis.

Sulla scia dell’entusiasmo per i grandi traguardi raggiunti in questi ultimi anni – a marzo 2009 per i particolari meriti, Concordia Vocis è inserita tra i membri effettivi del C.F.N. il Choral Festival Network presieduto da Gustav Adolf Rabus, di cui fanno parte le più prestigiose rassegne e concorsi dei cinque continenti. Nel C.F.N. l’Italia è rappresentata soltanto dalla manifestazione organizzata dal C.U.M. presieduto da Claudio Serra e dal Concorso Internazionale di Canto Corale “Guido d’Arezzo”, diretto da Francesco Luisi e ancora il prestigioso invito nell’ottobre 2009, a rappresentare l'Italia all’International Arts Festival di Shanghai – il Festival organizzato dal Centro Universitario Musicale di Cagliari (C.U.M.), ritorna per soddisfare le attese del suo appassionato pubblico con un cospicuo ventaglio di importanti novità. Per l’edizione 2010, infatti, Concordia Vocis riunisce nel suo cartellone otto ensemble provenienti da Spagna, Paraguay, Brasile, Filippine, Germania, Olanda e Italia che daranno vita dal 28 agosto al 23 ottobre, a diciassette impedibili concerti distribuiti tra le mura amiche di Basiliche, Santuari, Cattedrali e antiche ville patrizie di Cagliari, Tortolì, Sarroch e Alghero.

Per restare fedele alla sua natura di festival itinerante sempre ricco di novità interessanti, la diciannovesima volta di Concordia Vocis, inizia con l’intenso tour di tre date di due formazioni che per la prima volta in assoluto toccano i palcoscenici sardi: i Cori Oroith y Hodeiertz diretti da Enrique Azurza e Katrin Iturralde.

Per riconoscere al C.U.M. e al capoluogo isolano l’importante ruolo nella divulgazione e crescita della rassegna, il breve tour delle due formazioni spagnole provenienti da Oridizia e Tolosa, prende il via sabato 28 agosto alle ore 21, dalla Basilica di San Saturnino. Eletta sede principale dei concerti cagliaritani, tra le pareti di uno dei monumenti paleocristia­ni più significativi del bacino mediterraneo, le due formazioni riunite per l’occasione sotto la direzione di Enrique Azurza – già ospite della kermesse nel 2008 alla guida del GrupoVocal Kea - e Katrin Iturralde, eseguiranno un repertorio che dalle pagine più intense della tradizione musicale colta di ispirazione religiosa, abbraccia brani a cappella e del folklore Basco. Con la maestria che gli contraddistingue gli Oroith y Hodeiertz diretti da Azurza e Iturralde faranno risuonare per il pubblico cagliaritano, le delicate melodie cariche di religiosità di “Christus factus est”del compositore Federico Olmeda, lo spartito di Alonso Lobo “Versa est in luctum” e ancora “Ave Virgo Santissima”, “Oihu Hau”, “Aita San Antonio” del musicista basco contemporaneo David Azurza. Questo primo appuntamento con la formazione proveniente dai paesi baschi comprende inoltre “Labbra vermiglie e belle” di William Hawley, il noto brano del compositore Luigi Dalla piccola, “Il coro delle malmaritate” tratta da Cori di Michelangelo Buonarroti” e ancora gli spartiti più tipici della tradizione popolare basca “Ni ez naiz zomorroa” di Jesús Guridi, “Donostiaco Damachoac” del musicista spagnolo Javier Bello-Portu, “Segalariak” di Josu Elberdin.

Dopo il concerto di apertura alla Basilica di San Saturnino, il XIX Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis, si trasferisce in Ogliastra per la seconda tappa del tour nell’isola in vista anche della loro prossima partecipazione a ottobre al Concorso Internazionale di Tolosa. Gli Oroith di Oridizia e gli Hodeiertz di Tolosa sempre diretti da Enrique Azurza, - da studente è stato allievo di autorevoli maestri di coro come Anders Eby, Carl Hogset ed Eric Ericson – e da Katrin Iturralde, saranno protagonisti del concerto in programma domenica 29 Agosto alle ore 21 alla Cattedrale di Sant’Andrea a Tortoli.

Lo stesso repertorio eseguito a Cagliari e in Ogliastra, sarà proposto anche nell’ultima data del breve tour che si conclude per gli Oroith y Hodeiertz lunedì 30 agosto alle ore 21 nell’avvincente cornice del parco di Villa Siotto a Sarroch.

Organizzata come di consueto dal Centro Universitario Musicale di Cagliari con il coordinamento del Presidente del C.U.M. Claudio Serra, già Presidente della FE.R.S.A.CO (Federazione Regionale Sarda Associazioni Corali), l’edizione 2010 di Concordia Vocis è realizzata con i contributi della Presidenza del Consiglio e della Giunta Regionale, degli Assessorati Regionali al Turismo e Commercio, P.I.BB.CC. Istruzione e Spettacolo, dell’Amministrazione Provinciale di Cagliari e dei Comuni di Cagliari, Tortolì, Sarroch e Alghero. Alla messa in opera del nuovo allestimento hanno partecipato inoltre, il MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) tramite la Soprintendenza di Cagliari, la Curia Arcivescovile di Cagliari che ha concesso la disponibilità delle Basiliche, il Coro Polifonico Algherese, il Coro di Sarroch, l’Associazione Culturale ARTES di Alghero. La preparazione del XIX Festival Internazionale è firmata da una Commissione Artistica composta dal Maestro Onofrio Figliola - già docente della classe di pianoforte del Conservatorio di Musica di Cagliari e direttore dei Cori del Teatro Lirico e del C.U.M. - unitamente al Dr. Giuseppe Romano che cura anche le relazioni internazionali.

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21

Per i singoli appuntamenti, il biglietto costa: posto intero 6 euro, per gli studenti 1 euro.
Il C.U.M. per i sette concerti in programma a Cagliari, propone un abbonamento di 30 euro

Per informazioni:
C.U.M. Via Università, 55 – 09124 Cagliari
tel/fax. 070 72 86 44
cell. +39 338 8773 004
web: http://www.concordiavocis.it/
e-mail: info@concordiavocis.it

Ufficio stampa
Antonio Rombi
cell. 392 4650 631
e mail: ant.rombi@gmail.com
e mail: antorombi@tiscali.it

lunedì 23 agosto 2010

Al via il XIX Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis

Concordia Vocis
XIX Festival Internazionale di Musica Vocale
Cagliari, Tortolì, Sarroch, Alghero
28 agosto – 23 ottobre 2010


Si rinnova in Sardegna l’appuntamento con il Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis. Con un intenso calendario di concerti in programma dal 28 agosto al 17 ottobre tra le intime mura di Basiliche, Cattedrali e antiche ville patrizie di Cagliari, Tortolì, Sarroch e Alghero si celebra per la diciannovesima volta la rassegna di fine estate dedicata alla musica corale e polifonica.
Organizzata come di consueto dal Centro Universitario Musicale di Cagliari con il coordinamento del Presidente del C.U.M. Claudio Serra, già Presidente della FE.R.S.A.CO (Federazione Regionale Sarda Associazioni Corali), l’edizione 2010 è realizzata con i contributi della Presidenza del Consiglio e della Giunta Regionale, degli Assessorati Regionali al Turismo e Commercio, P.I.BB.CC. Istruzione e Spettacolo, dell’Amministrazione Provinciale di Cagliari e dei Comuni di Cagliari, Tortolì, Sarroch e Alghero. Alla messa in opera del nuovo allestimento hanno partecipato inoltre, il MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) tramite la Soprintendenza di Cagliari, la Curia Arcivescovile di Cagliari che ha concesso la disponibilità delle Basiliche, il Coro Polifonico Algherese, il Coro di Sarroch, l’Associazione Culturale ARTES di Alghero.
La preparazione del XIX Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis è firmata da una Commissione Artistica composta dal Maestro Onofrio Figliola - già docente della classe di pianoforte del Conservatorio di Musica di Cagliari e direttore dei Cori del Teatro Lirico e del C.U.M. - unitamente al Dr. Giuseppe Romano che cura anche le relazioni internazionali.
Dall’alto di un prestigio conquistato un’edizione dopo l’altra, dal lontano 1992 l’anno dell’esordio, Concordia Vocis non solo si è ritagliata un ruolo ben definito nel panorama isolano della musica vocale colta e profana, ma è diventato sempre più un punto di riferimento a livello internazionale. Riconoscimento ufficiale arrivato nel marzo 2009, quando per i particolari meriti conseguiti la manifestazione organizzata dal C.U.M di Claudio Serra, è stata inserita tra i membri effettivi del C.F.N. il Choral Festival Network presieduto da Gustav Adolf Rabus, di cui fanno parte le più prestigiose rassegne e concorsi dei cinque continenti. E nel C.F.N. l’Italia è rappresentata soltanto dal Festival Concordia Vocis e dal Concorso Internazionale di Canto Corale “Guido d’Arezzo”, presieduto da Francesco Luisi.
Restando fedele a quello che da anni è diventato il marchio di fabbrica: una rassegna itinerante capace di conciliare all’insegna della qualità musicale, tradizione nelle scelte ad importanti innovazioni, per questo 2010, Concordia Vocis riunisce nel suo cartellone otto ensemble provenienti da Spagna, Paraguay, Brasile, Filippine, Germania, Olanda e Italia.
Un nutrito parterre di formazioni - classificate nel 2009 per le loro rispettive performance musicali, primi assoluti ai più accreditati concorsi internazionali di Arezzo, Debrecen, Gorizia, Tolosa e Tours – che daranno vita a diciassette impedibili concerti distribuiti tra Provincia di Cagliari, l’Ogliastra e la costa del corallo.
Così se da un lato è sempre viva la consuetudine che lascia la massima libertà nel proporre il repertorio preferito, dall’altro lato, le novità principali non sono soltanto i gruppi ospitati per la prima volta sul palcoscenico del festival. Tra i cambiamenti di quest’anno, infatti, ci sono una doppia escursione nell’algherese con altrettanti concerti tra i monumenti più affascinanti e significativi della Città del Corallo, e ancora l’ingresso di Concordia Vocis in due Ville storiche dell’aristocrazia sarda.
Nel rigoroso rispetto di una consolidata pratica che vuole i concerti tra le mura amiche di Basiliche, Santuari e luoghi affascinanti, anche perché tale scelta risponde al criterio di offrire il meglio della musica vocale negli ambienti più appropriati e utili a tradursi in ripetuti scambi culturali, il sipario del festival si apre con la prima grande novità: il debutto dei cori baschi Oroith e Hodeiertz. Saranno appunto queste due formazioni spagnole provenienti da Oridizia e Tolosa, dirette da Enrique Azurza – già ospite della kermesse nel 2008 alla guida del GrupoVocal Kea - e Katrin Iturralde, a dare il via il 28 agosto dalla Basilica di San Saturnino, eletta sede principale dei concerti cagliaritani, alla diciannovesima volta di Concordia Vocis.
Dirette sempre dalla bacchetta del duo Azurza - Iturralde, i due cori specializzati nel repertorio a cappella ed in brani del folklore Basco, il giorno successivo si trasferiranno alla Cattedrale di Sant’Andrea a Tortolì e ancora il 30 agosto saranno protagonisti nella spettacolare cornice del parco di Villa Siotto a Sarroch.
Chiuso il tris di concerti con le due formazioni basche, il XIX Festival Internazionale, prosegue con un doppio esordio sulle scene della rassegna: i paraguaiani dell’Ensemble Vocale 6x8 diretto da Juan Paniagua e le olandesi Wishful Singing guidate da Marjolien Stots. Escluso il concerto del 6 Settembre alla Basilica di San Saturnino dove sarà in scena come in una sorta di prova generale solo per l’Ensemble Vocale 6x8, gli ensemble daranno vita ad un breve tour di tre date: martedì 7 settembre, alla Cattedrale di Sant’Andrea a Tortolì, il giorno successivo a Cagliari ancora alla Basilica di San Saturnino e per chiudere questo itinerario il coro misto del Paraguay e le cinque vocalist del Wishful Singing saranno in scena il 9 settembre al Chiostro di San Francesco di Alghero.
Per l’appassionato pubblico della kermesse ideata da Claudio Serra, il programma previsto per il mese di settembre prosegue con un altro debutto e una nuova immersione totale in compagnia di grandi interpreti della musica vocale: i Madrigal de Brasilia diretti da Eder Camuzis. La formazione fondata a Brasília nel 1963 e grande interprete di repertori che dalle pagine di Giovanni Pierluigi da Palestrina, abbraccia gli spartiti di Mendelssohn, Villa-Lobos fino ad arrivare alle melodie scritte da Manuel Bandeiera e Gilberto Gil giusto per citare alcuni tra i più noti compositori brasiliani, sarà la protagonista di tre impedibili serate: l’11 settembre alla Basilica di Santa Croce a Cagliari, il 12 a Tortolì nella Cattedrale di Sant’Andrea e per chiudere questo trittico, il 13 settembre nella lussureggiante cornice del parco di Villa D’Orri a Sarroch.
Dopo una pausa di due settimane, il calendario riprende il 3 ottobre ancora dalla Basilica di Santa Croce a Cagliari, con il gradito ritorno di un coro considerato tra i migliori al mondo e già ospitato nel 1996 e nel 1998: The Philippine Madrigal Singers.
Guidato in quest’occasione dal maestro Mark Antony Carpio, il gruppo composto da studenti, docenti e alunni dei collegi dell'Università delle Filippine dopo il concerto nel capoluogo sardo, si esibirà per il pubblico ogliastrino il 4 Ottobre alla Cattedrale di Sant’Andrea a Tortolì, per trasferirsi poi il 5 nella città del corallo alla Cattedrale di Santa Maria.
Chiude la serie dei gruppi al debutto assoluto sul palcoscenico di Concordia Vocis, un trittico di concerti con la celebre Kölner Kantorei condotta da Volker Hempfling. La formazione sin dalla sua fondazione impegnata nell’interpretazione ed elaborazione di brani corali impegnativi del romanticismo, delle partiture per coro e orchestra dal barocco alla musica contemporanea, sarà protagonista dell’appuntamento del 14 Ottobre alla Basilica di Santa Croce nell’omonima via di Castello, il giorno successivo a Tortolì tra le avvincenti navate, i preziosi marmi policromi e il monumentale altare del 1809 della Cattedrale di Sant’Andrea e per finire il 16 ottobre ad Alghero alla Cattedrale di Santa Maria con un doppio concerto che prevede anche la partecipazione del Coro Polifonico del C.U.M diretto dal Maestro Onofrio Figliola.
Esaurita la serie delle interpretazioni offerte dalle formazioni provenienti da Spagna, Paraguay, Brasile, Filippine, Germania e Olanda, il XIX Festival Internazionale di Musica Vocale Concordia Vocis va in archivio con il concerto di due tra i più attivi e premiati rappresentanti della coralità sarda: il Coro Polifonico del C.U.M. e l’Ensemble Vocale Epigramma '98.
La lunga cavalcata tra le pagine dedicate alla musica vocale, infatti, si chiude sabato 23 ottobre alla Basilica di Santa Croce a Cagliari sotto la direzione dal Maestro Onofrio Figliola, con le voci del C.U.M. -premiato nel 2007 al Concorso Polifonico Nazionale “Guido d'Arezzo”, l’anno successivo vincitore del 15° Gran Premio “Efrem Casagrande” in occasione del Concorso Città di Vittorio Veneto ed ancora invitato nell’ottobre 2009, a rappresentare l'Italia all’International Arts Festival di Shanghai - e dell’Ensemble Vocale Epigramma '98.


Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21


Per i singoli appuntamenti, il biglietto costa: posto intero 6 euro, per gli studenti 1 euro.
Il C.U.M. per i sette concerti in programma a Cagliari, propone un abbonamento di 30 euro


Cagliari, sabato 28 agosto – Basilica di San Saturnino
Cori Oroith e Hodeiertz
dirigono Enrique Azurza - Katrin Iturralde

Tortolì, domenica 29 agosto – Cattedrale di Sant’Andrea
Cori Oroith e Hodeiertz
Dirigono Enrique Azurza - Katrin Iturralde

Sarroch, lunedì 30 agosto – Villa Siotto
Cori Oroith e Hodeiertz
Dirigono Enrique Azurza - Katrin Iturralde

Cagliari, lunedì 6 settembre – Basilica di San Saturnino
Ensemble Vocale 6x8
Dirige Juan Paniagua

Tortolì, martedì 7 settembre – Cattedrale di Sant’Andrea
Ensemble Vocale 6x8
Dirige Juan Paniagua
Coro Wishful Singing
Dirige Marjolien Stots




Cagliari, mercoledì 8 settembre – Basilica di San Saturnino
Ensemble Vocale 6x8
Dirige Juan Paniagua
Coro Wishful Singing
Dirige Marjolien Stots


Alghero, giovedì 9 settembre – Chiostro di San Francesco
Ensemble Vocale 6x8
Dirige Juan Paniagua
Coro Wishful Singing
Dirige Marjolien Stots

Cagliari, sabato 11 settembre – Basilica di Santa Croce
Coro Madrigal de Brasilia
Dirige Eder Camuzis

Tortolì, domenica 12 settembre – Cattedrale di Sant’Andrea
Coro Madrigal de Brasilia
Dirige Eder Camuzis

Sarroch, lunedì 13 settembre –Villa D’Orri
Coro Madrigal de Brasilia
Dirige Eder Camuzis

Cagliari, domenica 3 ottobre – Basilica di Santa Croce
The Philippine Madrigal Singers
Dirige Mark Antony Carpio

Tortolì, lunedì 4 ottobre – Cattedrale di Sant’Andrea
The Philippine Madrigal Singers
Dirige Mark Antony Carpio

Alghero, martedì 5 ottobre – Cattedrale di Santa Maria
The Philippine Madrigal Singers
Dirige Mark Antony Carpio
Cagliari, giovedì 14 ottobre – Basilica di Santa Croce
Coro Kolner Kantorei
Dirige Volker Hempfling

Tortolì, venerdì 15 ottobre – Cattedrale di Sant’Andrea
Coro Kolner Kantorei
Dirige Volker Hempfling

Alghero, sabato 16 ottobre – Cattedrale di Santa Maria
Coro Kolner Kantorei
Dirige Volker Hempfling
Coro Polifonico del C.U.M.
Dirige Onofrio Figliola


Cagliari, sabato 23 ottobre – Basilica di Santa Croce
Coro Polifonico del C.U.M.
Ensemble Vocale Epigramma '98
Dirige Onofrio Figliola

Per informazioni:
CUM - Centro Universitario Musicale
Via Università, 55 – 09124 CAGLIARI
tel/fax. 070 72 86 44
cell. +39 338 8773 004
web: www.concordiavocis.it
e-mail: info@concordiavocis.it

Ufficio stampa
Antonio Rombi
cell. 392 4650 631
e mail: ant.rombi@gmail.com
e mail: antorombi@tiscali.it

In scena ad Alghero il recital di Cinzia Leone "Poche idee e basta!”



Corrosiva, ironica, con una graffiante capacità di far ridere per le banalità della nostra vita e i controsensi del quotidiano. Sono questi i tratti salienti di un umorismo sempre verde che Cinzia Leone porta in scena con il suo recital “Poche idee e basta!” giovedì 26 agosto alle ore 21,30 al Forte della Maddalena di Alghero.
Tratto dallo spettacolo “Poche idee ma molto confuse” scritto a quattro mani dall’attrice romana con Fabio Mureddu per la regia di Walter Nanni, questa rinnovata apparizione sul palcoscenico di Cinzia Leone mantiene inalterato il contenuto del precedente spettacolo e conferma con questo testo la sua vena ironica che spinge il pubblico alla risata. “Poche idee e basta!” è la sarcastica critica rivolta alla società dei nostri giorni, una spietata, velenosa e a tratti malinconica analisi che non salva nessuno. Nel suo monologo, tra battute al vetriolo e amare riflessioni, Cinzia Leone invita a separare il livello della finzione o psuedo-realtà da quello delle contraffazioni, dalle imitazioni del reale stesso. Come un’attenta osservatrice di una quotidianità che appare sempre più esagerata, Cinzia Leone porta sul palcoscenico una variegata schiera di individui, per lo più nei suoi personaggi si intravede l’immagine dell’italiano medio, che fanno di tutto per trovare delle scorciatoie per raggirare la realtà delle cose con “effetti speciali”.
Allora come dice l’attrice romana “La realtà non è mai stata così spettacolare. Qualunque banalità è trasformata in un grande evento. Nessuno si accontenta più di niente. Nessuno si accontenta della realtà così com’è. E forse abbiamo ragione. Ma la realtà è troppo difficile da cambiare, quindi facciamo prima a migliorarla con effetti speciali. Con tutti gli effetti speciali, la realtà di fatto, rimane misera come prima, ma a noi, ubriachi di bugie, ogni volta che la guardiamo… ci sembra di vedere Sanremo. E’ così che nascono i reality! E’ così che nasce il telefonino esibizionista… che ha la custodia a forma di perizoma perché quando squilla si alza per ballare il samba. L’automobile egocentrica… in mezzo al traffico esiste solo lei. La lavatrice taciturna… si lava un carico di panni da venti chili… senza lamentarsi, neanche una parola. L’aspirapolvere che se la tira… d’altra parte come se la tira l’aspirapolvere non se la può tirare nessuno. Il telepass opportunista… si alza solo se gli conviene… mica è scemo! Per paura di non accontentare noi stessi e gli altri spendiamo tutte le nostre energie alla ricerca degli effetti speciali. Non ci bastano più i colpi di sole… dal nostro parrucchiere ormai pretendiamo proprio le strisce pedonali… forse anche per evitare che ci parcheggino sui capelli. Non ci basta più il servizio di “richiamata su occupato”: se l’utente selezionato è già impegnato in un’altra conversazione possiamo massacrarlo inviandogli decine di SMS a freccetta o a pallottola. Vivere senza confini! Ecco questo è il punto… Mettiamoceli due confini!”
L’appuntamento inserito nel calendario della IV Edizione del Festival “La Musica che Gira Intorno 2010” e dell’algherese “Festivalguer”, è organizzato dall’Associazione Culturale “La via del Collegio” di Cagliari con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Alghero, e degli Assessorati alla Pubblica Istruzione, Spettacolo e Turismo della Regione Autonoma Sardegna.

Il prezzo del biglietto (compreso diritto di prevendita) per lo spettacolo è di 12 euro.
Cagliari: Box Office, Viale R. Margherita 43, tel. 070 657428;
Sassari: Messaggerie Sarde, Piazza Castello 11, tel. 079 230028;
Ticketok Via Tempio 65, tel. 0792822015
Alghero: Discofever, Largo S. Francesco 15, tel. 079 9731057;
Macomer: Logozzo Via Puglia 1, tel. 0785747196
Vendite Online: http://www.ticketone.it/ - http://www.greenticket.it/ - http://www.boxol.it/
Infoline: tel. 070 657428
e mail: info@boxofficesardegna.it


Info:
Ass. La via del Collegio
Via del Collegio, 4 09124 Cagliari
tel. 070 3110127
e mail la.viadelcollegio@libero.it

Ufficio stampa
Antonio Rombi
cell. 392 4650 631
e mail: ant.rombi@gmail.com
e mail: antorombi@tiscali.it

venerdì 13 agosto 2010

Atterra in Sardegna il tappeto volante di Aladin il Musical



Personaggi bizzarri, Gran Visir e Sultani, lussuosi harem, le notti di Baghdad, tesori misteriosi e la magia dei profumi d’oriente scanditi in musica. Sulle ali del trionfale successo all’anteprima nazionale del Festival La Versiliana, atterra in Sardegna il tappeto volante di Aladin il Musical.

Sono passati soltanto pochi giorni dagli scroscianti applausi del debutto e tra il pubblico sardo, cresce l’attesa per le due tappe nell’isola del grande show firmato Stefano D’Orazio autore per la prima volta di storia e liriche. Con le musiche scritte ancora una volta dai Pooh (Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Red Canzian), la prima data sarda con lo spettacolo prodotto da Nausicaa per la regia di Fabrizio Angelini, è in programma mercoledì 18 agosto, alle ore 21,30 all’Anfiteatro Maria Pia di Alghero.

Dopo lo spettacolo nella città del corallo, lo spregiudicato ladruncolo, la Principessa Jasmine, il Genio e il nutrito stuolo di personaggi, salgono a bordo del magico tappeto volante e dirigono a sud dell’isola. Interpretato sul palcoscenico da Manuel Frattini, Roberto Ciufoli, Valentina Spalletta e un cast di attori ballerini e musicisti di primo piano, la straordinaria rilettura dell’avvincente favola esotica da Mille e una Notte, replica all’Anfiteatro Romano di Cagliari giovedì 19 agosto alle ore 21,30.

Tra il pubblico sardo è ancora vivo il ricordo dell’emozionante Pinocchio e questa nuova prova dell’affiatato trio Stefano D’Orazio, Pooh e Manuel Frattini, non solo solletica la curiosità degli appassionati del musical, ma promette un altro avvincente viaggio adatto al pubblico di tutte le età, tra sentimenti e i regni della fantasia con il fascino delle notti arabe, la magia di tesori misteriosi, i profumi e i colori d' Oriente.

Prodotto da Nuisicaa Spettacolo, con un allestimento pari ai più acclamati kolossal di Broadway, tra scenografie sontuose (Aldo De Lorenzo), costumi e maschere variopinte (Sabrina Chiocchio), le coreografie di Fabrizio Angelini in collaborazione con Gianfranco Vergoni, la direzione musicale di Giovanni Maria Lori, Aladin il Musical, appare come un’appassionante gioco custodito in una grande scatola magica. Da dove spuntano fuori vicoli polverosi di una città araba, gli aromi delle spezie e venditori di tamarindo, i protagonisti che di scena in scena, volano su Baghdad a cavallo di un tappeto, esplorano la Caverna delle Meraviglie con i preziosi tesori oppure si aggirano tra le sale del palazzo del sultano.

Come nella favola riscritta da Stefano D’Orazio, il perno della storia ruota attorno alla figura di Aladin (Manuel Frattini), una sorta di scugnizzo scanzonato, generoso, con un senso dell’amicizia e alla costante conquista della Principessa di Baghdad, la bella Jasmine (Valentina Spalletta). Di sequenza in sequenza entrano in scena gli altri personaggi. C’è il fido Abù, (Alex Mastromarino) suo compagno di avventure, Shadia, (Silvia Di Stefano) la dama di compagnia della Principessa, che alimenta le idee “rivoluzionarie” della sua padroncina.

Il Sultano (Antonio Romano), padre di Jasmine, ligio al suo ruolo, accanto a lui il bizzarro e fido sventagliatore Andalù (Maurizio Semeraro), la veggente Lunatica (Claudia Campolongo) sempre alle prese con la “Palla di Vetro” e alla ricerca di inverosimili futuri. Poi c’è Jafar (Simone Sibillano), il Gran Visir di corte, personaggio infido e traditore impegnato a cospirare contro il Sultano per impadronirsi del Regno, il grottesco Jago (Andrea Spina), lacché del Gran Visir. In tutto questo irrompe il Genio della lampada (Roberto Ciufoli), logorroico, esagerato, spaccone, arguto ed ironico, ma fondamentalmente buono e consapevole di essere un Genio.

In questa girandola di situazioni allegre e scanzonate i personaggi però svelano desideri e aspirazioni terrene perché in fondo tutti avrebbero voluto essere altro e magari essere altrove: Aladin per conquistare Jasmine finge di essere un principe, mentre la Principessa non ne vuol sapere di nobili, a lei piacerebbe essere una ragazza normale. Il Sultano è tanto assuefatto dal suo potere e dalle ricchezze da non apprezzarle più, sogna di essere un padre qualunque. Jafar invece, insegue potere e ricchezza perchè crede siano i fondamenti della vita, il Genio è stanco dell’immortalità. E tra i sentimenti e le emozioni vissute dai personaggi fanno capolino i sette vizi capitali: Accidia e Gola appartengono al Sultano, Superbia e Avarizia sono di Jafar, Invidia e Ira di Jago, mentre in Aladin c’è qualcosa che lo mette al riparo da queste umane fragilità, la sua incosciente trasparenza e il rispetto per valori della vita.

Appeso al chiodo il costume dei Pooh, indossato per quarant’anni, Stefano D’Orazio con la nuova avventura di Aladin, le prime righe della storia inizia a scriverle nel 2007, sembra vivere una nuova giovinezza ricca di soddisfazioni e successi. Con la stoffa del grande artista, infatti, si è scoperto ideatore di musical, desiderio forse coltivato da tempo e custodito in un angolo del suo cassetto dei sogni. Il trionfo di Pinocchio suddiviso con gli altri fedeli e sempre più collaudati compagni d’avventura, Dodi Battaglia, Red Canzian, Roby Facchinetti, Fabrizio Angelini e Manuel Frattini, è una vera e propria consacrazione e la dice tutta sulle sue capacità di pescare dal mondo delle fiabe e delle grandi storie d’avventura per riscriverle con altri linguaggi.

Pur avendo mosso i primi passi il 7 agosto, lo show di Nausicaa Spettacolo, ha già pronto un fitto calendario di repliche fino al 2012 nei più importanti teatri italiani e persino nel tempio mondiale del musical, a Broadway dove da 46 anni non si è più esibita una compagnia italiana. Un segno positivo per Aladin che si è avviato a raccogliere l’eredità di Pinocchio con il glorioso curriculum di centinaia di repliche iniziate nel 2003.

Le recite inserite nel calendario della IV Edizione del Festival “La Musica che Gira Intorno 2010” e del “Festivalguer”, sono organizzate dall’Associazione Culturale “La via del Collegio” di Cagliari con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Cagliari e Alghero, e degli Assessorati alla Pubblica Istruzione, Spettacolo e Turismo della Regione Autonoma Sardegna.

Info:
Sono ancora disponibili biglietti in ogni ordine di posti:
Anfiteatro Maria Pia di Alghero: platea 30 euro, tribuna 20 euro (compresi i diritti di prevendita) Anfiteatro Romano di Cagliari: platea 35 euro, secondo anello numerato 25 euro, anelli non numerati 22 euro.
Cagliari: Box Office, Viale R. Margherita 43, tel. 070 657428;
Sassari: Messaggerie Sarde, Piazza Castello 11, tel. 079 230028;
Ticketok Via Tempio 65, tel. 0792822015
Alghero: Discofever, Largo S. Francesco 15, tel. 079 9731057;
Macomer: Logozzo Via Puglia 1, tel. 0785747196
Vendite Online: http://www.ticketone.it/ - http://www.greenticket.it/ - http://www.boxol.it/
Infoline tel. 070 657428, mail: info@boxofficesardegna.it

Ass. La via del Collegio
Via del Collegio, 4 09124 Cagliari
Tel. 070 3110127
e mail la.viadelcollegio@libero.it
web: http://www.laviadelcollegio.com/

Ufficio stampa
Antonio Rombi
cell. 392 4650 631
e mail: ant.rombi@gmail.com
e mail: antorombi@tiscali.it

martedì 10 agosto 2010

La vigilia di ferragosto al ritmo degli Africa Unite


Arriva nella città del corallo il reggae made in Italy degli Africa Unite.
Sull’onda del successo dell’ultima fatica discografica, “Rootz” e del tour estivo 2010, la band fondata da “Bunna” “Mada” fa tappa ad Alghero per la data unica del concerto di sabato 14 agosto alle ore 21,30 all’Anfiteatro Maria Pia.

Tra i fedelissimi fan sardi ma non solo, c’è un’atmosfera di grande attesa, perché il ritorno degli Africa Unite sul palcoscenico della cittadina catalana, è un’occasione da non perdere per ascoltare in versione live le nuove ventate di calore e i colori del reggae delle tracce inedite di “Rootz” il quindicesimo lavoro discografico, pubblicato a marzo di quest’anno.

Considerata come la formazione più longeva del panorama musicale italiano per i suoi trascinanti ritmi reggae, dub e drum’n’bass, a più di quattro anni da “Controlli”, Bunna e soci con il nuovo album, sono artefici di una combinazione complessa, una sorta di alchimia musicale. Il gruppo di Pinerolo, infatti, non solo si riappropria delle sonorità più ortodosse e calde del genere, ma, con l’introduzione della sezione fiati aggiunge nuovo vigore ad un sound che unisce il dub, la poetry e il suono delle radici del reggae, il tutto riletto attraverso contenuti musicali attuali.

Alla luce di questa nuova apparizione sulla scena discografica, il concerto di Alghero è carico di aspettative e si traduce in un’occasione impedibile per assistere all’ennesimo rinnovamento operato Bunna e Mada. Un cambiamento di rotta però nel segno della continuità di uno stile inaugurato nel 1981, quando Vitale Bonino e Francesco Caudullo si uniscono per formare gli “Africa Unite” in onore all’omonima canzone di Bob Marley. Artefici di album indimenticabili che di volta in volta hanno scandito importanti svolte musicali, come “Mjekrari” del debutto discografico nel 1987, il vigoroso “People Pie” del 1991 e ancora “Babilonia e Poesia” con i testi in italiano, “In Diretta dal Sole” oppure i più recenti “Vibra” del 2000 e “Mentre fuori piove” per citare alcuni lavori, anche con “Rootz” gli Africa Unite sono destinati a lasciare un segno.

Perché se l'ispirazione primaria è sempre la musica giamaicana, anche in quest’ultima fatica gli Africa non rinunciano a dire a loro, alla denuncia sociale, fotografando ed esprimendo opinioni, paure, dubbi e speranze. Da questa decisa presa di posizione, parte l'ispirazione per le tracce “Così sia”, elogio della diversità in aperta polemica con le posizioni omofobiche di molti artisti giamaicani, “Il Movimento immobile” affronta le grandi questioni ambientali. In “Mr.Time” si affronta il tema della morte e il suo uso “religiofilosoficostrumentale”, “Cosa resta” è uno sguardo preoccupato e preoccupante sulla nostra società e sul totale e devastante controllo mediatico. Se il disco è una riflessione sulla realtà, palese o celata in cui viviamo ogni giorno, con i brani “The lady”, “Sensi”, “Si” Bunna, Mada e soci, si abbandonano a momenti di puro divertimento e calore.

Per l’occasione del concerto algherese Bunna (vocals & guitar) e Madaski (vocals & keys) si presentano sul palcoscenico con una line up composta da Papa Nico (percussions), Ruggero Catania (guitar), Paolo Baldini (bass), Alessandro Soresini (drums), Mr T-Bone (t-bone), Stefano Colosimo (trumpet), Gabriele Peradotto (sax).

Una data questa della vigilia di ferragosto che ha tutti i numeri per tradursi in una nuova festa di musica, non solo per gli inediti di “Rootz” o per il prevedibile tuffo tra i brani storici della band, ma soprattutto per la capacità degli Africa Unite di trasformare ogni concerto in un trascinante live di emozioni.

L’appuntamento inserito nel calendario della IV Edizione del Festival “La Musica che Gira Intorno 2010” e dell’algherese “Festivalguer”, è organizzato dall’Associazione Culturale “La via del Collegio” di Cagliari con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Alghero, e degli Assessorati alla Pubblica Istruzione, Spettacolo e Turismo della Regione Autonoma Sardegna.

Il prezzo del biglietto (compreso diritto di prevendita) per il concerto è di 12 euro.
Cagliari: Box Office, Viale R. Margherita 43, tel. 070 657428;
Sassari: Messaggerie Sarde, Piazza Castello 11, tel. 079 230028;
Ticketok Via Tempio 65, tel. 0792822015
Alghero: Discofever, Largo S. Francesco 15, tel. 079 9731057;
Macomer: Logozzo Via Puglia 1, tel. 0785747196
Vendite Online: http://www.ticketone.it/ - http://www.greenticket.it/ - http://www.boxol.it/
Infoline: tel. 070 657428
e mail: info@boxofficesardegna.it


Info:
Ass. La via del Collegio
Via del Collegio, 4 09124 Cagliari
tel. 070 3110127
e mail la.viadelcollegio@libero.it

Ufficio stampa
Antonio Rombi
cell. 392 4650 631
e mail: ant.rombi@gmail.com
e mail: antorombi@tiscali.it

martedì 3 agosto 2010

Rimini. Vendesi bilocale lusso sul mare





Appartamento fuori capitolato, silenziosissimo in palazzina di nuova costruzione (giugno 2004; classe a3) composto da:
  • Ingresso.
  • Ampio soggiorno con cucina lineare Scavolini.
  • Ampia camera matrimoniale.
  • Bagno (fuori capitolato) con super box doccia da 80 cm x 120 cm, piatto doccia in mosaico e pareti in cristallo temperato con profili in acciaio; doppio soffione doccia di cui uno da 30 cm (con fori anti otturazioni da calcare); termoarredo per asciugamani; sanitari sollevati Dolomite.
  • Rispostiglio con allaccio e scarico idraulico per lavatrice.
  • Impianto di riscaldamento a pavimento radiante.
  • Pavimenti e rivestimenti di design (tutti fuori capitolato) ViVa Ceramica (72€/mq.)
  • Impianto domotico con serrande elettriche con chiusura e apertura autonoma e centralizzata all'ingresso (fuori capitolato).
  • Porte a scrigno bianche con finiture in ottone (fuori capitolato).
  • Impianto di climatizzazione attivo (fuori capitolato).
  • Balcone panoramico vista mare e verde con Loggia di 5 mq.
  • Portone blindato.
  • Videocitofono.
  • Cassaforte.
  • Predisposizione impianto di allarme.
  • Predisposizione per aspirazione centralizzata.
  • Garage di 23 mq, con 2 finestre luminose, impianto elettrico e idraulico (con scarico per lavatrice) allacciati.

Elegante e nuovo Arredamento con componenti unici, tra cui:
  • Cucina SCAVOLINI modello Crystal (top di gamma) in vetro laccato nero (completa di elettrodomestici, tra cui lavastoviglie e forno del tutto nuovi).
  • Grande armadio ditta MoVe in vetro laccato Rosso Creta a tre ante scorrevoli (L.3,10 mt) con punto TV interno nella stanza da letto.
  • Letto Chateau d'Ax in Alcantara Blu scuro, con rete in doche e sottovano molto capiente.
  • Mobile porta TV costruito su misura (legno rovere tinto wengè).
  • 3 tende a binario.

Disponibilità a lasciare tutto il restante arredamento (meno di 12 mesi di utilizzo) e complementi.


RIEPILOGO:
  • Climatizzazione: si
  • Bagni: 1
  • Stato: come nuovo.
  • Piano: 2° (alto).
  • Ascensore: si (moderno con sistema di allarme e vivavoce attivo 24 ore al giorno)
  • Riscaldamento: autonomo a pavimento radiante e climattizzazione caldo/freddo.
  • Costruzione di giugno 2004, classe A3.


Metri quadrati
appartamento: 53,50 mq | balcone 17,9mq di cui 5,0mq di loggia | garage: 23mq Totale 73,56 mq

Richiesta per l'immobile arredato: 230.000 €


Invia Email oppure telefona al: 3478271841 (Andrea)

lunedì 2 agosto 2010

PREMIO ENEA D'ORO - UNA SERATA PER UGO TOGNAZZI

Ieri sera, nella splendida cornice del Borgo di Pratica di mare, è andato in scena il secondo dei tre appuntamenti previsti dal III Festival "il Mito di Enea" ,la cui direzione artistica è stata ancora una volta affidata all'esperienza del giovane ma già affermato attore-regista Edoardo Sylos Labini, Premio Enea d'Oro - Serata in onore di "Ugo Tognazzi".

Gremita la platea, a cominciare dai padroni di casa Principi Borghese, per passare alle principali Autorità Pometine ed a nomi noti del mondo dello spettacolo italiano.

Sul palco due disinvolti conduttori, lo stesso Sylos Labini e la bella e brava attrice Sara Ricci, sua storica collega della famosa soap Vivere, i quali, alla presenza dei figli del noto attore cremonese, Maria Sole, Gianmarco e Thomas, hanno ripercorso la vita di Tognazzi attraverso aneddoti, curiosità e clip di alcuni dei suoi più conosciuti film.

La serata è stata allietata dalle meravigliose performance canore della cantante Raffaela Siniscalchi accompagnata alla chitarra dal maestro Gabriele Pierri e dalla comicità dirompente della nota attrice comica Michella Andreozzi alla quale, peraltro, è stato consegnato il premio Lavinia 2010.

Fondamentale per la memoria anche l'intervento di Ettore Costa, storico gioiellere di Torvaianica al quale, sin dal 1966 è stato affidato, proprio da Ugo Tognazzi, il compito di realizzare lo "scolapasta d'oro" ambitissimo premio per il vincitore dell'omonimo torneo fondato proprio da Tognazzi, ma oggi creatore anche di un superlativo "Enea d'oro" consegnato dal sindaco di Pomezia ai figli dell'attore scomparso.

Altro premiato, nel rispetto di quella spiaggia che Tognazzi amava tanto, il novantunenne Pio Schiano ovvero il bagnino più longevo d' Europa al quale, è stato consegnato il premio Anchise.

Una splendida serata sotto le stelle, all'insegna di spettacolo, cultura e perchè no, un pizzico di mondanità cosa che ad Ugo Tognazzi non sarebbe affatto dispiaciuta.

Gianpaolo Costantino

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.