CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

lunedì 29 aprile 2013

Festival Centrale Preneste InFEST Roma, 10 11 e 12 Maggio

10-11-12 Maggio 2013

Centrale Preneste Teatro
Via Alberto da Giussano, 58 – Roma
Festival di teatro, danza e musica
inFEST
con le Nuove Scene del Territorio


Tre giornate, nove compagnie, un teatro, il Municipio 6 di Roma. Sono questi i numeri del Festival di teatro, danza e musica inFEST che animerà, per il secondo anno, il Centrale Preneste Teatro in via Alberto da Giussano, 58 da venerdì 10 a domenica 12 maggio.
In una delle zone della Capitale, quella del Prenestino-Pigneto, più vivaci e ricche dal punto di vista dell'innovazione e della ricerca artistica è spesso difficile per le compagnie del territorio trovare spazi in cui mostrare i propri lavori. Il festival inFEST vuole dare loro l'opportunità di avere un teatro a disposizione e di farsi conoscere da un pubblico più ampio.
Il Centrale Preneste Teatro apre le sue porte venerdì 10 maggio alle 18.00 ospitando il divertente monologo Strategia per due prosciutti di Padiglione Ludwig; alle 20.00 sale sul palco la Compagnia Produzione Povera in Unu comu a Pippino… uno spettacolo sul tema della sicilianità; alle 22.00 è la volta di Mattone dopo mattone dell'Ass.Culturale Ticonzero-Fanfulla Teatro, riflessioni e pensieri di un uomo bloccato nel traffico.
Sabato 11 maggio si inizia alle 18.00 con Paolina del Teatro dei disoccupati, la storia di una donna che dal Purgatorio scendere sulla terra per raccontare le sue fiabe al pronipote. Alle 20.00 gli Arti Illesi presentano MIELINA MON AMOUR/Io e il mio sistema nervoso, un viaggio nella relazione tra il sé e il proprio sistema nervoso. La giornata si chiude alle 22.00 con 1 Step 2 South di Popucià che alterna la musica elettronica alla prosa del teatro civile, la visual art alla voce di Peppino Impastato.
Si prosegue domenica 12 Maggio con altri tre appuntamenti. A partire dalle 18.00 c'è il concerto Sogni Ricorrenti dei Sasy; alle 20.00 la danza dei AKR e il loro Vaacum-Packed. Alle 22.00 la performance Condizione#1 di Kataklisma Teatro chiude questa tre giorni ricca di incontri.
Il festival inFEST al Centrale Preneste Teatro da venerdì 10 a domenica 12 maggio è un'esplosione di teatro, danza e musica nel Municipo 6 di Roma.
Centrale Preneste inFEST è promosso da Ruotalibera Teatro con il sostegno di Roma Capitale-Assessorato alle Politiche Culturali e Centro storico-Municipio Roma 6 e la Regione Lazio-Assessorato Cultura Sport Politiche Giovanili e Turismo.
inFEST Festival di teatro, danza e musica
10-11-12 Maggio 2013 ore 18.00-20.00-22.00
Centrale Preneste Teatro Via Alberto da Giussano, 58 - Roma
Biglietto singolo spettacolo: 5.00 € Abbonamento giornaliero: 12.00 €
Info e prenotazioni: 06 27801063 – 25393527 - info@ruotaliberateatro.191.it

IL PROGRAMMA COMPLETO

Venerdì 10 MAGGIO 2013
Ore 18.00 Padiglione Ludwig in STRATEGIA PER DUE PROSCIUTTI - (Teatro)
di Raymond Cousse, traduzione Alessandra Terni
con Martino D'Amico scene e costumi Massimo Bellando Randone
regia Martino D'Amico, aiuto regia Flora Farina
Poco prima di essere ucciso un maiale tiene una conferenza: medita sulla propria esistenza, le speranze, i desideri incompiuti, i rapporti con gli altri maiali e con l'allevatore e spiega i principi etici grazie ai quali realizzerà il suo alto compito: fornire all'uomo due prosciutti di prima qualità perpetuando così l'onore della razza porcina. Il monologo, pieno di ironia e iperbole comiche, è una divertente critica alla società e all'uomo, convinto di essere perfettamente informato e capace di controllare la propria vita. Pubblicato nel 1978 il romanzo Strategia per due prosciutti è per la prima volta tradotto e rappresentato in Italia.
Ore 20.00 Produzione Povera in UNU COMU A PIPPINO… - (Teatro)
unu comu a Pippino sulu 'n Sicilia putia nasciri di e con Gaspare Balsamo
Lo spettacolo non è un biopic, una rappresentazione agiografica di Peppino Impastato, o una storia-inchiesta sulla mafia. È invece un'indagine sul tema non semplice della Sicilianità. Quella che ha alla base la Sicilia nella sua realtà oggettiva e plurale e non in ciò che di essa viene rappresentato. La Sicilia che ha a che fare con la cultura popolare d'appartenenza, quella dell'infanzia e dell'adolescenza, e che ha una propria lingua, la Sicilia della cultura teatrale, poetica e letteraria, padrona della sua contestazione e della sua rivolta politica e culturale. Una terra che, nella molteplicità e nella diversità, nell'identità e nella soggettività, era presente nella cultura e nell'arte anche di Peppino Impastato.
Ore 22.00 MATTONE DOPO MATTONE - Ass.Culturale Ticonzero-Fanfulla Teatro - (Teatro)
di e con Emiliano Valente regia Valentina Orrù
Un incidente stradale sulla tangenziale di Roma. Un uomo solo alla guida di una panda. Immobilità e vagabondare immaginario, personaggi stravaganti e idee di cambiamento. La ricerca della verità nel traffico. Il silenzio dei pensieri. La solitudine. Lo spettacolo nasce all'interno della macchina e muore lì, costantemente costruito e distrutto, riorganizzato e denigrato. Forse non è mai esistito, forse deve essere ancora creato.

Sabato 11 maggio 2013
Ore 18.00 PAOLINA - Teatro dei disoccupati - (Teatro)
scritto, diretto e interpretato da Massimo Cusato
Paolina, che per diverse ragioni si trova in Purgatorio, chiede di poter scendere sulla terra per raccontare le sue fiabe al primo pronipote. Ottiene da Dio il permesso a patto che, come un'anziana Cenerentola, ritorni entro la mezzanotte. Paolina è una donna del sud, come tante del suo tempo. Non è una partigiana, non è un'immigrata. È semplicemente una donna, che tramanda delle favole. Paolina è un monologo, teatro di narrazione e teatro canzone: per raccontare non solo la storia di una donna e della sua famiglia, ma la storia e le tradizioni attraverso fiabe, detti popolari e musiche e immagini raccolte e rielaborate per questo racconto.
Ore 20.00 Arti Illesi - MIELINA MON AMOUR / Io e il mio sistema nervoso – (Danza)
progetto Daniele Sterpetti, coreografia Daniele Sterpetti & Azzurra De Zuanni, sonorità, costumi e ambientazione Arti Illesi, interprete Azzurra De Zuanni
Un viaggio nella relazione tra il sé e il proprio sistema nervoso, un'investigazione giocosa e scientifica del proprio sentire fisico e della relazione con il pensiero. Prendere possesso del proprio corpo necessita un funzionamento effettivo, profondo; innescare la consapevolezza del sentire fisico è una delle imprese più ardue se si pensa che le nostre articolazioni sono in uno stato di vibrazione continua, che i nostri organi interni, funzionando, compiono dei movimenti. Sentirsi vuol dire ascoltare dei concerti maestosi di cui siamo i direttori d'orchestra, i musicisti, gli strumenti e il pubblico.
Ore 22.00 Popucià - 1 STEP 2 SOUTH – (Musica)
Uno spettacolo che alterna la musica elettronica alla prosa del teatro civile, la visual art alla voce di Peppino Impastato (tratta dalla sua trasmissione su radio out) per raccontare storie di migranti, diritti civili e l'esperienza dell'antimafia sociale. Un passo verso sud per raccontare un'Italia di partenze, rinunce, resistenze quotidiane, un racconto che si muove al passo contemporaneo della bass music dei Popucià. Un  viaggio dal punto di vista di chi è stato costretto a partire, che inizia con il racconto di Ninni Bruschetta, e, passando per "mafiopoli", attraversa la Calabria con le storie di Lollo Cartisano e Maria Antonietta Caciola (vittime di n'drangheta) e arriva alle manifestazioni cittadine a favore dei diritti civili.

Domenica 12 maggio 2013
Ore 18.00 Sasyr in concerto -SOGNI RICORRENTI – (Musica)
Giulio Fraternali Pianoforte, Cristina Romagni Violino, Dario Vatalaro Viola, Michela Prudenzi Violoncello, Simone  Massimi Contrabbasso
I Sasyr propongono un repertorio di brani inediti nel segno della nuova corrente minimalista italiana. I musicisti che compongono questo quintetto di pianoforte ed archi, muovendo dalle influenze dei più illustri esponenti di questo genere trovano un linguaggio originale nel quale confluiscono le loro diverse esperienze.
Ore 20.00 AKR - VACUUM-PACKED – (Danza)
Collezioniamo la realtà in una bolla d'aria rendendola un insieme di "punti di vista sospesi". Tutti insieme deliziosamente non lasciamo tracce, ma solo domande. Vaacum-Packed è un contenitore d'immagini prese alla realtà e private del loro ossigeno che si mescolano e susseguono per raccontare ognuna la propria piccola storia, ogni volta uguale a se stessa, e tutte le volte diversa. È la rappresentazione del gesto inutile dell'arte di contrapporsi al sistema nel sistema, ma anche la rappresentazione dell'arte come unico contatto con la libertà. Tutto parte dalle macerie e dal grido del mondo che si è appena compiuto. Non resta che ascoltare il silenzio.
Ore 22.00 Kataklisma Teatro -CONDIZIONE#1 – (Teatro)
un progetto di Elvira Frosini di e con Angela D'Alessandro Elvira Frosini
I gesti, il segno, i simboli e l'immaginario attraversano i corpi dei performer. I corpi, costruzioni stratificate nutrite da una retorica del segno e del gesto, intrappolati in una dinamica stagnante, nel tentativo costante di tradimento e sovvertimento delle retoriche iconografiche. Condizione#1 appartiene a Serie B, un ciclo di apparizioni performative sul presente e sull'Italia, sul vissuto contemporaneo in un'epoca in cui sentirsi di Serie B è la condizione passiva, tacitamente vissuta, indispensabile ad un potere senza faccia né connotazioni che tende a evitare il conflitto.

venerdì 26 aprile 2013

Teatro degli Audaci: Il Piccolo Principe


 

 

Il Teatro degli Audaci è lieta di invitarvi al prossimo spettacolo..."Il Piccolo Principe"!!!    

Domenica 28 aprile,  ore 16,30 

Ad aprile abbiamo pensato proprio a tutti..    Grandi e piccolini!!

Per prenotare il biglietto ridotto a 8€ basta rispondere alla mail indicando il vostro nome, telefono cellulare ed il numero di posti che volete riservare!! 

Oppure chiamare il 340-1483178 

  

 

IL PICCOLO PRINCIPE, da ANTOINE DE SAINT EXUPERY:

Regia: Valeria Nardella e Flavio Marigliani

con:  Valeria Iacampo, Riccardo Buttarini, Flavio Marigliani, Vincenzo Paolicelli e Alessia Di Fusco. Musiche Antonio Cicognara, costumi Monica Raponi, grafica Lauraine Criscione, organizzazione Cristina Papeo Con la partecipazione della scuola di danza "Le ali di iside" … In collaborazione con l' Accademia Sofia Amendolea. 

 

Il piccolo principe arriva sulla Terra dopo aver affrontato un lungo viaggio fra asteroidi e pianeti diversi. Qui incontrerà un pilota precipitato con il suo aereo nel deserto del Sahara, a cui racconterà la sua vita e le sue esperienze, scoprendo alla fine il valore e l'importanza dell'amicizia. Una riduzione fedele del celeberrimo racconto di Antoine de Saint-Exupery, impreziosita da musiche e coreografie danzate pensate appositamente per lo spettacolo. Una bellissima parabola sul valore dell'amicizia spiegata ai più piccini, con un linguaggio semplice e immediato, ma con un messaggio universale che è in grado di coinvolgere anche il pubblico adulto!

 

A presto!

 

 

 

Teatro degli Audaci

Via Giuseppe De Santis, 29

00139 Roma

 

Botteghino:

tel/fax 06-94.37.60.57  (servizio segreteria attivo 24 ore su 24)

340-1483178

 

info@teatrodegliaudaci.it

 

www.teatrodegliaudaci.it

 

 

 


Ritorna a Cagliari la raffinata musica di Sergio Cammarierei


Avviata la prevendita per la data cagliaritana del

"Sergio Cammariere

in concerto"

Cagliari, 7 settembre Arena Sant'Elia

 

Le raffinate note di Sergio Cammariere si aggiungono al nutrito al  calendario degli appuntamenti dell'estate cagliaritana 2013 con la grande musica proposto da SEM Organizzazione.

L'artista, compositore e interprete di rara intensità espressiva nato a Crotone ritorna per nell'isola per una sola data dal carattere eccezionale, con il suo tour "Sergio Cammariere in concerto" in scena sabato 7 settembre alle ore 21,30 all'Arena Sant'Elia (zona lato mare) di Cagliari.   

Dalla bossa nova al grande jazz, dal samba agli echi delle terre balcaniche, dai ritmi vagamente cubani alle impennate classicheggianti, dal blues alle ballate intimistiche e sognanti, dalle atmosfere cool a quelle immediate, trascinanti e quasi ballabili tutte le musiche e gli arrangiamenti di Cammariere, nel corso degli anni lo hanno consacrato come un pianista di talento, eclettico e sorprendente con un gran seguito di estimatori. 

Proprio sull'onda della grande accoglienza ottenuta dal suo ultimo disco "Sergio Cammariere" dedicato all’amico Pepi Morgia, l''artista calabrese ritorna sul palcoscenico per riabbracciare il suo pubblico e presentare dal vivo queste nuove tracce dove racconta con aria sorridente le sue introspezioni, le malinconie e un universo musicale scandito da nuove incursioni in sonorità sempre più raffinate, piene di ritmo e comunicativa.  

Per la grande attesa tra i numerosi ammiratori sardi di Cammariere è stata aperta la prevendita dei biglietti per l'unico concerto in programma nel capoluogo dell'isola. I ticket si possono trovare sui circuiti nazionali e regionali: www.liveticket.it; www.boxofficesardegna.it (Box Office, Viale R. Margherita 43, Cagliari tel. 070 657428; e mail: info@boxofficesardegna.it

 

Organizzazione:

SEM Organizzazione Soc. Coop.


E mail: info@spettacoliemusica.it

www.spettacoliemusica.it

 

Ufficio Stampa per SEM Organizzazione

Antonio Rombi

mobile: +39 392 4650 631

mobile: +39 349 3571 694

martedì 23 aprile 2013

Napoli Teatro Festival Italia 2013





 

BENVENUTO AL NAPOLI TEATRO FESTIVAL ITALIA 2013 
 

I grandi classici e le creazioni contemporanee, la sensualità della danza e l'emozione del teatro, i grandi maestri della scena internazionale e i registi emergenti: tutto questo è Napoli Teatro Festival Italia 2013.
La sesta edizione presenta un ricchissimo cartellone che comprende prime mondiali, spettacoli internazionali in esclusiva e altri debutti assoluti.

Quest'anno nell'ambito del Napoli Teatro Festival Italia è prevista anche la nuova edizione di E45 Napoli Fringe Festival, un programma collaterale di spettacoli presentati da compagnie indipendenti e di recente formazione selezionate attraverso un bando di partecipazione.

Leggi il PROGRAMMA   del Napoli Teatro Festival Italia 2013
Leggi il PROGRAMMA   del E45 Napoli Fringe Festival


PROMO INAUGURAZIONE E DANZA 

Anche quest'anno, dopo il successo della scorsa edizione, il Festival dedica grande spazio alla danza contemporanea. In occasione della Giornata Mondiale della Danza, il Festival propone delle offerte speciali per tutti gli spettatori appassionati di questa affascinante e sensuale disciplina.

Da oggi fino al 30 aprile potrai acquistare ONLINE  e nelle rivendite autorizzate del circuito  TicketOnLine  gli spettacoli di danza in cartellone.

Lo straordinario Don Quichotte du Trocadéro di José Montalvo che inaugurerà il Festival nella splendida cornice del Teatro di San Carlo sarà acquistabile al prezzo speciale di 15 euro (anziché 25) acquista subito .

Altra grande offerta è il Carnet Danza in Coppia che comprende 2 ingressi per 3 spettacoli (Précipitations di Paco Dècina, Mishima di Ismael Ivo e Vertigo 20 di Vertigo Dance Company) al prezzo speciale di 55 euro (anziché 90) acquista subito .

Per maggiori informazioni consulta la nostra pagina delle OFFERTE SPECIALI .

 

Continua a seguirci su www.napoliteatrofestival.it  e su Facebook  per tutte le informazioni e le novità!

A presto!

-----------------
Per richiedere informazioni non rispondere a questa newsletter ma scrivi a: promo@napoliteatrofestival.it


 




guarda i video su Youtubeseguici su Facebookseguici su Twitter



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


lunedì 22 aprile 2013

Cabaret "Sto aspettando che faccia effetto..." un grande successo


Grande successo al Teatro Ambra di Roma con "Sto aspettando che faccia effetto…"

 

La settimana scorsa al teatro Ambra di Roma, tre serate con il bellissimo spettacolo "Sto aspettando che faccia effetto…", con Alberto Farina, dalla comicità surreale e tagliente, vincitore della XIX edizione di BravoGrazie , la Champions League della Comicità, è attualmente con grande successo nel cast della trasmissione "Colorado" su Italia 1. Con lui Massaro & Barletta da Zelig con la loro comicità spensierata tesa al superamento della realtà asfittica dei giorni nostri; la strampalata Famiglia Sticozzi da Zelig Off, con due coniugi alle prese con le problematiche di coppia all'italiana,  e Gigione. La musica live è stata curata da Alessandro D'Orazi e da Papaceccio; musicista e autore di colonne sonore di Opere teatrali ed ex-membro del gruppo PugliaTribe. E con la straordinaria partecipazione di Sciahina, danzatrice e coreografa, campionessa mondiale 2011 di Tribal Fusion Belly Dance. Con la sua inconfondibile aria da giovane scapestrato capitato lì per caso, Alberto Farina, ci racconta gli aneddoti più o meno verosimili della sua stravagante famiglia e della sua controversa vita di coppia. Dall'infanzia passata tra le ripetizioni di pongo in un malfamato quartiere di periferia dove i bambini rapiscono gli zingari, all'impiego presso un call center dal quale è stato licenziato perchè parlava troppo al telefono; il suo è il più lampante dei casi umani. Così ha avuto inizio lo spettacolo… Strepitoso!



Teatro del Buratto: NELLA RETE dal 2 al 15 maggio

Teatro Verdi - dal 2  al 15 maggio – prima nazionale

NELLA RETE un nuovo spettacolo per il progetto "Giovani e nuove dipendenze" del Teatro del Buratto

 

Roma, quindicenne suicida in casa. Gay Center: deriso a scuola. Aperta un'inchiesta  
[ Repubblica.it – Sara Grattoggi - 22 novembre 2012]

Novara, 14enne suicida. Gli amici su Twitter: uccisa dal bullismo 
[Il Giornale.it  - Luisa De Montis -6 gennaio 2013]

Cyberbullismo: il 72% degli adolescenti e giovanissimi italiani lo avverte come il fenomeno sociale più pericoloso del proprio tempo (savethechildren.it – 4 febbraio 2013]

Liceo Agnesi, insulti via Facebook a compagni e professori: sospesa una studentessa 
[Corriere.it/ –Federica Cavadini– 27 marzo 2013]

Si fa ancora troppo poco contro il cyber bullismo 
[Corriere.it/CasodelGiorno – Isabella Bossi Fedrigotti – 2 aprile 2013]

Stuprata a 15 anni, la foto finisce su fb. Lei si uccide per la vergogna 
[Leggo.it – redazione news mondo – 10 aprile 2013]

 

Lo spettacolo Nella Rete, che debutta al Teatro Verdi in prima nazionale giovedì 2 maggio alle ore 19.30, è una nuova tappa del progetto Giovani e nuove dipendenze, iniziato nel 2011 con Binge Drinking, a cura del Teatro del Buratto e dedicato al mondo dei giovani, adolescenti e pre-adolescenti. Dopo aver indagato il tema dell'abuso di alcol, si affronta ora il tema dell'uso e abuso della rete. Argomento tristemente e pericolosamente attuale, come testimoniano i rimandi di cronaca sopracitati (e non sono i soli...): dipendenza da rete, prostituzione on line, sexting, hikikomori, suicidi riempiono quotidiani e media.

Molta è però la confusione attorno alla rete, al suo ruolo e utilizzo. Diversi e a volte molto lontani i punti di vista di giovani e adulti a riguardo. Attraverso i linguaggi e le emozioni del teatro questo spettacolo propone di dare voce alla generazione Duemila, quella dell' iPhone, di Whatapp, dei Tablet, dove la socializzazione è sulle internet community. Una generazione di giovani e giovanissimi che rischiano forse di perdere, tra i cavi della rete, il filo di relazioni vere e reali; adolescenti per cui le affascinanti potenzialità delle rete, in sé positive e indiscutibilmente utili, possono tradursi in pericolo, dove fragilità e debolezza emotiva tipica dell'età, rischiano di lasciarli intrappolati … come nella rete di un pericoloso ragno globale.

Sulla scorta di queste riflessioni, suggestioni e urgenze ha preso avvio questo spettacolo teatrale, per la drammaturgia e regia di Renata Coluccini, con l'apporto dei video di Carlo Fusani che con sfere e linee richiamano l'arte frattale, video che si riflettono in una stanza virtuale, racchiusa tra gli specchi della essenziale ed evocativa scenografia di Marco Muzzolon.

Lo spettacolo racconta in modo parallelo e sincrono tre storie. Tre adolescenti, due ragazze e un ragazzo, che frequentano il liceo. Tre personalità diverse, tre modi di vivere la stessa esperienza. La rete è il loro mondo, il loro modo di camminare nella realtà; nella rete sono, si sentono, a loro agio: sono "cacciatori, non certo cappuccetto rosso".   
Iphone, Facebook, Twitter, Whatsapp la loro quotidianità, i social network e la rete un habitat senza insidie in cui si muovono sicuri. Nascosti dallo schermo si aprono, si confidano si sentono illusoriamente intoccabili e così le barriere d'attenzione, spesso, cadono. Nelle stanze virtuali si può sperimentare la propria identità in tutte le sue sfumature, si può cambiare, inventarsi continuamente…  
Tre storie che si intrecciano nella vita reale e in quella virtuale: Giulio (Stefano Panzeri) è un ragazzo timido, a scuola viene preso in giro ma nella rete si trasforma, si inventa mille identità, da vittima diventa carnefice.Francesca (Ylenia Santo) è carina, ha un ragazzo, e pensa di gratificarlo mandandogli delle sue foto, foto intime… ma quando le foto finiscono in rete lei si sente finita. E poi Elena (Elisa Canfora), la blogger, nella rete si perde per intere notti, si protegge nell'anonimato, conosce e vede quello che accade, agli altri…  
Nella delicata costruzione dello spettacolo, nel confronto tra le nostre storie "teatrali" e quelle reali, ci si è avvalsi della consulenza scientifica di Alessandro Calderoni giornalista, formatore, co-ideatore del progetto di aiuto on-line Zheng (www.zhengunamico.it) e della collaborazione e del confronto con Save the Children, da anni impegnata nella promozione di un utilizzo positivo e responsabile delle nuove tecnologie tra i più giovani. Lo spettacolo rivolto anche alle scuole prevede ulteriori repliche al mattino, che saranno sempre seguite da un dibattito di approfondimento con gli esperti della Cooperativa E.D.I - Educazione ai Diritti dell' Infanzia e dell'adolescenza, partner privilegiato di Save the Children nella progettazione ed esecuzione della attività formative con cui condivide finalità e metodologie.

 

Dal 2 al 15 maggio – prima nazionale

debutto giovedì 2 maggio – ore 19.30

 

NELLA RETE

 

Testo e regia Renata Coluccini 
Consulenza del
giornalista, formatore, co-ideatore del progetto di aiuto on-line Zheng: Alessandro Calderoni

Consulenza di Mauro Cristoforetti - Cooperativa E.D.I. e  Save the Children 

in scena Elisa Canfora, Ylenia Santo e Stefano Panzeri

scene Marco Muzzolon

disegno luci Marco Zennaro

costumi Mirella Salvischiani 
video Carlo Fusani 
Spettacolo inserito in INVITO A TEATRO 

Teatro Verdi 

Via Pastrengo 16, Milano – Tel. 02 6880038   
Biglietti: intero € 20.00, ridotti € 14.00  
Vendita on-line:
www.vivaticket.it (con diritto di prevendita)

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

02 27002476 - www.teatrodelburatto.it - info@teatrodelburatto.it 
Prenotazioni : orario da lunedì a venerdì 10.00/13.00 -14.00/18.00

La Biglietteria presso il Teatro Verdi  è aperta solo nei giorni di spettacolo:   
orario martedì – sabato 18.30/20.00, domenica: 15.00/16.30

Orari spettacoli

Lunedì: riposo   
Martedì-sabato: ore 21.00   
NEW!  Giovedì 19.30   
Domenica: ore 16.30

venerdì 19 aprile 2013

GirasoliTeatro: "Officina per narrare"

"Officina per narrare" è un percorso espressivo per iniziare a sperimentare; un'officina creativa appunto; un incontro rivolto a lettori, narratori, insegnanti, genitori, curiosi, appassionati di storie e narrazione. 

20 aprile 
dalle 17.oo alle 19.00
GirasoliTeatro: "Officina per narrare"

mercoledì 17 aprile 2013

IL CORPO DELLE DONNE E 800 BAMBOLE: DALLA PIAZZA AL TEATRO CON ANNA PIRATTI E SILVIA GRIBAUDI

Sabato 20 aprile, triplo appuntamento con l’identità femminile per concludere FATTI DI VITA, la stagione 2012-2013 del Teatro Astra di Vicenza. Nel pomeriggio, performance gratuita in Piazza dei Signori sul tema della tratta; la sera si continua all’Astra con la coreografa e performer Silvia Gribaudi in scena con Carla Marazzato e Elisa dal Corso

IL CORPO DELLE DONNE E 800 BAMBOLE: DALLA PIAZZA AL TEATRO  CON ANNA PIRATTI E SILVIA GRIBAUDISi conclude con un triplo appuntamento danzato, un inno al corpo delle donne e alla femminilità, la stagione FATTI DI VITA al Teatro Astra di Vicenza: sarà la Compagnia Silvia Gribaudi -coreografa eperformer già Premio Giovane Danza D’Autore 2009 – a chiudere il cartellone di contemporaneo 2012-2013. La giornata, sabato 20 aprile, inizierà alle 16 in piazza dei Signori con 800 Barbie “nude” per “TOYS?MOVE ON!”, l’installazione interattiva di Anna Piratti in collaborazione con Silvia Gribaudi sul tema della tratta delle donne, in cui il passante diventa protagonista dell’azione artistica; alle 21 si prosegue al Teatro Astra con due lavori in cui l’identità della donna e l’ironia diventano centrali: Silvia Gribaudi insieme alle danzatrici Elisa dal Corso e Carla Marazzato presenta “WAIT”, e, in solo, “A CORPO LIBERO”.
Subito  dopo le performances, Silvia Gribaudi incontrerà il pubblico e una serie di associazioni impegnate sul tema della donna. L’incontro è realizzato in collaborazione con: La Piccionaia – I Carrara, La città delle Donne, Gruppo Teatro Follia Organizzata, Arci Ragazzi, Comitato Vicenza Pride, La Clessidra. 
“TOYS? MOVE ON!” mette in scena la quotidianità dell’essere donne, e il rapporto spesso alterato tra la società e il corpo femminile; il presupposto della performance è questo: “Molte donne e bambine in tutto il mondo sono trattate come merce, trafficate da un paese all’altro e vendute come fossero giocattoli”. Per questo motivo, in “TOYS? MOVE ON!”, le bambole sono gettate a terra, scomposte, senza abiti, etichettate tutte allo stesso modo con un codice a barre. “Un modello unico di corpo plastificato, oggetto di disinteresse e soggetto dei ricordi di gioco di ogni individuo che sia stato bambino”, spiegano Gribaudi e Piratti. Il pubblico viene invitato dalle artiste a prendersi cura di una bambola; inizia così l’Art in Action. 
Le bambole andranno poi lasciate in piazza: dopo la performance in Piazza dei Signori, tutte e 800 saranno di nuovo protagoniste di un’installazione nel piazzale antistante il Teatro Astra.
WAIT” (durata 45′), è una performance site specific di teatro-danza che vede protagoniste, oltre a Silvia Gribaudi, anche Carla Marazzato e Elisa Dal Corso. Il lavoro presenta tre donne immerse nella confusione dei linguaggi contemporanei. Corpo, spazio e ironia sono il punto di incontro, scontro e relazione. La ricerca di Silvia Gribaudi si concentra qui sulla comunicabilità, sulla relazione tra il corpo umano e i materiali in scena e tra questi e il pubblico, in una tripartizione di sguardi complici e dipendenti l’uno dall’altro. In scena, Gribaudi si copre il corpo con un pannello di polistirolo forato e indaga il materiale, interagisce con esso, guarda il pubblico e aspetta. Aspetta che l’unione tra corpo e materia dia vita a un’evoluzione.
Infine, “A CORPO LIBERO” (durata 15’), il solo che nel 2009 fece vincere a Silvia Gribaudi sia il premio della Giuria che quello del pubblico al GD’A Veneto. In scena, una giovane donna è in piedi di fronte al pubblico, vestita di un miniabito multicolor; si sente inadeguata e tenta disperatamente di superare la sua condizione, per trovare la libertà alla quale aspira. Il lavoro esplora con ironia la condizione femminile, a partire dalla gioiosa fluidità del corpo, relazionandosi con le sue curve e le sue “parti molli”: anche grazie alla goffaggine del suo corpo, il personaggio compirà – strada facendo – un processo di accettazione e riconoscerà finalmente con serenità la propria realtà fisica.
SILVIA GRIBAUDI
Collabora con attori, scrittori e coreografi italiani quali Mirko Artuso, Luciano Padovani, Vasco Mirandola, Giuliana Musso, Tiziano Scarpa e Roberto Castello per la trasmissione “Vieni via con me” di Roberto Saviano e FabioFazio-Rai3. Da sempre il suo lavoro è focalizzato su un utilizzo ironico e fuori dagli schemi del corpo femminile.
“TOYS? MOVE ON!” è a ingresso gratuito e si svolgerà anche in caso di maltempo. I biglietti per la serata (13 euro intero, 11 ridotto, 1,50 diritti di prevendita) possono essere acquistati in prevendita presso l’Ufficio del Teatro Astra oppure sul sito www.teatroastra.it (circuito Greenticket) con carta di credito. La sera di spettacolo la biglietteria del Teatro apre alle ore 20.
A partire dalle ore 20 è a disposizione del pubblico il parcheggio del Circolo Tennis in Contrà della Piarda. Data la capienza limitata, si consiglia di arrivare con anticipo.
Prima e dopo lo spettacolo sarà attivo il punto di ristoro Equobar, con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.
“FATTI DI VITA 12-13” è curato da La Piccionaia-I Carrara Teatro Stabile di Innovazione per l’Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza con il sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione del Veneto, Provincia di Vicenza, Circuito Teatrale Arteven, Fondazione Antonveneta e Askoll, in collaborazione con Hotel Palladio e Associazione Curare a Casa.
Informazioni per il pubblico
Ufficio Teatro Astra, Stradella Barche 5, Tel. 0444 323725, info@teatroastra.it

martedì 16 aprile 2013

TEATRO DE' SERVI - NON C'E' DUE SENZA TE


TEATRO DE' SERVI

Rondini Ass. Cult. e Ass. Sicilia Teatro
presentano
Dal 23 aprile al 12 maggio 2013
Non c'è due senza te
con Claudia Campagnola, Marco Morandi, Matteo Vacca, Carlotta Proietti
canzoni Marco Morandi – Musiche Enrico Blatti
scritto e diretto da Toni Fornari
scenografie Camilla Grappelli e Francesco Pellicano
aiuto regia Alessandra Evengelisti
luci David Barittoni
foto di scena Valerio Faccini
video trailer Victorr Torrefiel Vicente e Bruno Cipriani per la Seven Stars Pictures
Per la prima volta riuniti  Claudia Campagnola, Marco Morandi, Matteo Vacca e Carlotta Proietti, interpretano il nuovo esilarante testo di Toni Fornari Non c'è due senza te.
Mariateresa è una scrittrice di romanzi, una sognatrice romantica, sposata con Giorgio, un intellettuale professore di matematica, e con Danny, un musicista sognatore che vive nel suo mondo, ignaro di tutto.
Mariateresa, con la scusa degli impegni di lavoro con la casa editrice che la trattengono lontana da casa, trascorre il suo tempo alternativamente con l'uno e con l'altro marito, e le cose sembrano funzionare. Una possibile gravidanza in arrivo le farà scoprire che nessuno dei due uomini ha la minima intenzione di avere figli e rimane delusa.
Nel frattempo Giorgio e Danny si incontrano davanti la vetrina di un negozio di neonati.
Cosa farà ora Mariateresa? Avrà il coraggio di confessare la bigamia ai due consorti?
Com'è possibile in amore trovare tutto ciò di cui si ha bisogno? Mariateresa, la protagonista della nostra commedia, ci è riuscita realizzando il sogno inconfessato di ognuno di noi: la bigamia.
Giocando sul tema si indaga la complessità dell'amore e si esplorano le difficoltà della sua piena realizzazione.
"Si possono amare due persone contemporaneamente?" è la domanda che affollerà la mente del nostro pubblico. Vedendo la commedia anche voi potreste farvi qualche domanda e darvi qualche risposta che magari non vi aspettavate e che quasi sicuramente non piacerà al vostro partner!


Teatro de' Servi - Via del Mortaro, 22 (Via del Tritone) - Info: 06.6795130 www.teatroservi.it
Prezzi dei biglietti: Platea Intero € 20 - Ridotto € 16 / Galleria Intero €17 – Ridotto € 14
Spettacoli dal martedì al venerdì ore 21 - Sabato ore 17.30 - 21.00 Domenica 17.30 - Lunedì riposo


martedì 9 aprile 2013

Anche a Cagliari il concerto omaggio a Amy Winehouse con Nina Zilli e Fabrizio Bosso

Al via la prevendita per il concerto nel capoluogo dell'isola di
Nina Zilli & Fabrizio Bosso
We Love You jazz'n soul da Amy Winehouse a Nina Simone
Cagliari, 8 agosto Arena Sant'Elia

La spigliatezza e il vulcanico talento di Nina Zilli più la versatilità musicale di Fabrizio Bosso per un omaggio ad una stella della musica universale: Amy Winehouse. Sono questi due big della scena artistica italiana i protagonisti assoluti del grande appuntamento con la musica "We Love You - jazz'n soul - da Amy Winehouse a Nina Simone" che farà tappa a Cagliari il prossimo 8 agosto 2013 alle ore 21,30 all'Arena Sant’Elia. Lo spettacolo realizzato dal trombettista torinese con la cantante piacentina - il tour prenderà il via dal Teatro Bellini di Napoli il prossimo 15 maggio per proseguire poi in numerose piazze d'Italia - prende spunto dall'iniziale tributo all'artista inglese scomparsa troppo presto, ma soprattutto dal desiderio di omaggiare tutta la grande musica cui la stessa Winehouse si è ispirata. Il repertorio infatti, abbraccerà brani originali della vocalist britannica, come "You sent me flying"; "Love is a losing game"; "You know i'm no good" ma anche composizioni passate alla storia e ormai elevate al rango di standards come "Cupid", il popolarissimo "Body & Soul" e inoltre canzoni di Otis Redding, Etta James e altre ancora fino ad arrivare all'intramontabile "I put a spell on you" di Nina Simone. Nina Zilli e Fabrizio Bosso in questo viaggio musicale, si presenteranno sul palcoscenico accompagnati da una line up formata da elementi scelti accuratamente per le qualità non solo tecniche strumentali ma per l'approccio trasversale alla musica: Julian Oliver Mazzariello pianoforte e tastiere, Egidio Marchitelli chitarre, Marco Siniscalco basso, contrabbasso e arrangiamenti, Emanuele Smimmo batteria Nell'attesa che "We Love You" faccia tappa in Sardegna è partita ufficialmente la prevendita dei biglietti per il concerto nel capoluogo dell'isola organizzato dalla SEM Organizzazione Soc. Coop. Per l'acquisto dei ticket ci si può rivolgere circuiti nazionali e regionali: su www.liveticket.it – www.boxofficesardegna.it (Box Office, Viale R. Margherita 43, Cagliari tel. 070 657428; e mail: info@boxofficesardegna.it
Organizzazione: SEM Organizzazione Soc. Coop.
www.spettacoliemusica.it
 
Ufficio Stampa per SEM Organizzazione
Antonio Rombi
mobile: +39 392 4650 631
mobile: +39 349 3571 694
E mail: ant.rombi@gmail.com

lunedì 8 aprile 2013

Omaggio a Sergio Bruni Teatro Millelire 12/14 aprile 2013


dal 12 al 14 aprile, Antonio Diana che già lo scorso gennaio ha portato in scena Abbascio a' grott al Teatro Millelire, ritorna nel teatro del quartiere Prati di Roma con lo spettacolo All'imBrunire per rendere omaggio a uno degli interpreti e compositori della canzone napoletana: Sergio Bruni 

Le celebri canzoni di Sergio Bruni e del suo paroliere Salvatore Palomba, rilette e interpretate con modernità musicale, svelano il loro ricco simbolismo in una vertigine mistica che restituisce loro luce, chiarore, ricordi e un nuovo respiro.

Un viaggio nella poesia, nella storia e nella musica particolarmente intimistico. Un lavoro elegante ed emozionante che rende omaggio a un artista che ha imposto il suo stile interpretativo sempre più personale e inconfondibile; elemento che gli procurò consenso popolare che lo accompagnò per tutta la carriera.





--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 5 aprile 2013

La Gabbia spettacolo con Lorenzo Meid Pagani a Spazio Tadini

LA GABBIALibero spazio di un equilibrista interprete: Lorenzo Meid Pagani Concept: Lorenzo Meid Pagani Coreografia: Sisina Augusta Spazio, corpo e potere - un'idea di Federicapaola Capecchi e Francesco Tadini - ad Aprile dedica una tre giorni a Lorenzo Meid Pagani e allo spettacolo La Gabbia. Un emozionante assolo di physical theatre, Lorenzo Meid ci catturerà in uno spettacolo in cui il corpo messo a nudo del performer si confronta con la freddezza metallica di una grande gabbia. Uno spettacolo che ha debuttato alla Biennale Danza di Venezia del 2012” TdV. Lo spettacolo, con la coreografia di Sisina Augusta, porta come sottotitolo “Libero spazio di un equilibrista”. E in effetti siamo di fronte a un equilibrismo sia muscolare che tecnico, di lieve eleganza e di profonde ragioni: il performer, attore di se stesso, fa confluire nella costruzione di una struttura di metallo ciò che appartiene alla sua stessa esperienza di vita: visioni, sogni, ideali, emozioni, sofferenze e fallimenti… Una gabbia nascondiglio ma anche una gabbia a misura dell’uomo, dove su di essa vengono sviluppati diversi percorsi teatrali acrobatici, ad indicare i più comuni ostali che la vita ci riserva nella quotidianità e nel lavoro. Il lavoro appunto come tema centrale. Il performer, attore di se stesso, fa confluire nella costruzione di una struttura di metallo ciò che appartiene alla sua stessa esperienza di vita: visioni, sogni, ideali, emozioni, sofferenze e fallimenti. Il suo pensiero si cristallizza in momenti di raro equilibrio fisico. La sua azione (action) diventa scultura poetica in un unico assieme con la struttura metallica. La ricerca lo porterà a costruire una gabbia e a chiudersi dentro essa recependola però come nascondiglio, come distacco dall'affanno del mondo...... una cura, un riposo per poi meglio capire ed aiutare. Lorenzo Meid Pagani esordisce alla fine degli anni ottanta come ballerino di breakdance. Ha partecipato a numerosi festival di danza contemporanea tra cui l’Expo di Hannover, Oriente-Occidente, Le Estati Teatrali Veronesi nei quali introduce uno stile personale in fusione tra la breakdance e la danza contemporanea. Con la Compagnia di danza Sisina Augusta ha partecipato come danzatore a spettacoli diretti da Sisina Augusta. Con la pittrice Takane Ezoe ha realizzato alla Triennale di Milano Itamy, opera tra colore e gesto. Attualmente direttore tecnico del Meid Club, uno spazio dedicato alla realizzazione di idee artistiche di Volta Mantovana, Meid (dall’inglese “made”, fatto, costruito) è un artista poliedrico che ama definirsi “artigiano” in grado di fondere la danza con la creazione di allestimenti. Una proposta didattica nuova ed innovativa che trae spunto dalla performance autobiografica “la Gabbia” che Lorenzo Meid Pagani sta presentando in diversi teatri e festival Italiani. La performance lo vede impegnato a compiere figure acrobatiche all'interno e durante la costruzione di una struttura metallica con uno spiccato senso teatrale. Da questo suo punto di forza, l'idea di proporre la sua visione personale della danza e del teatro nella sua forma didattica, a tutti coloro che ne vedono la novità e la necessità. “Teatro Fisico” “Meid Teatro” ovvero l' uso dell'oggetto scenico, ma anche, e soprattutto l'uso del corpo al interno dell'oggetto stesso. L'azione, la manualità, la velocità, l'equilibrio.... il senso della bellezza del corpo... ma anche la fatica e la resistenza... Per lo stage tecnicamente si avvale della struttura che porta in scena, una struttura completamente smontabile, alta due metri e che montata occupa una superficie di 3 metri quadri. Oltre alla Gabbia utilizza anche oggetti di uso comune come sedie, tavoli, scale... ed ogni tipo di oggetto scenico teatrale e non teatrale.... il laboratorio o stage ha una durata di 3 ore in cui nella prima parte si sviluppa una fase di riscaldamento ed una seconda parte invece dove subito si entra in contatto con “La Gabbia”. Lo stage è rivolto ad adolescenti ed adulti anche senza esperienze dirette vicine alla danza o teatro, scuole medie, superiori, ma anche accademie ed università, oltre che centri specializzati nel teatro e nella danza. Venerdì 12 e sabato 13 aprile 2013 Spazio Tadini ore 21 info e prenotazioni: +39 02 26 82 97 49; federicapaola@spaziotadini.it STAGE | WORKSHOP domenica 14 aprile 2013 dalle ore 15 alle ore 18 info e prenotazioni:federicapaola@spaziotadini.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.