CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

giovedì 31 luglio 2014

Aperitivo con Autore: Walter Spennato il 5 agosto a Torre dell'Orso

 Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

presentano
Aperitivo con l'Autore
martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30
"Quanto mi dai se ti uccido?" 
Besa ed. (2013)
di 
Walter Spennato con Illustrazioni di Laurina Paperina
prefazione di Anna Mazzamauro

c/o  Oasi Salento Residence Hotel
Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-
Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 
Martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30 presso "Oasi Salento Residence Hotel" in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) sarà presentato: "Quanto mi dai se ti uccido?" Besa ed. di Walter Spennato con illustrazioni di Laurina Paperina, e la prefazione di Anna Mazzamauro, parlerà l'autore.
"Quanto mi dai se ti uccido?" è riccamente corredato da illustrazioni a colori realizzati appositamente da Laurina Paperina, mentre la prefazione è stata affidata alla nota attrice Anna Mazzamauro.

Nella lettura spesso cerchiamo consolazione, relax, ma non è questo il caso. «E se cerchi di essere rassicurato dalla lettura – scrive la Mazzamauro – sarai invece provocato». Questo libro è il buco della serratura di Norman Bates, il frigorifero di Patrick Bateman. Certo, un po' meno gotico e molto più ironico.
Scrive Angela Leucci: «Mi chiamò segaiolo, prima di segarla». È questo uno dei racconti contenuti nella raccolta "Quanto mi dai se ti uccido?", terza opera di Walter Spennato, già pièce teatrale, per i tipi di Besa.

È difficile cercare gli attributi per questo volume. È una stilettata. È un colpo al cuore e un colpo ai reni, come quando morì la baronessa di Carini. È un flash continuo che ti invoglia a leggere.
Nella banalità della cronaca che ripete assassini e crimini efferati, e te li racconta come si parlasse della lista della spesa, Spennato rende palese la brutalità in maniera assolutamente spontanea e irriverente. Nelle sue parole il sorriso non è qualcosa che inacidisce sulle labbra, piuttosto qualcosa che passa direttamente al cervello, come una scossa elettrica, spingendo il lettore a ragionare sul senso che ha assunto la corrente pulp oggi (e la deriva pulp della realtà stessa).

Spennato si fa eleggere principe di una beffa, che ci vorrebbe sensibili, e invece così non è: siamo più cinici, tutto ci scivola da dosso, come un lenzuolo cosparso del sangue delle vittime e portato in una lavanderia a gettoni. La sua è una prosa breve, che scorre, ma non per questa è scevra di sorprese che più che catturarti ti assalgono, non ti lasciano scampo, come in quegli incubi in cui è impossibile trovare via d'uscita.


WALTER SPENNATO è nato a Gallipoli nel 1972. È dottore di ricerca in Sociologia dei fenomeni culturali e dei processi normativi presso l'Università degli Studi di Urbino.
È presidente di POLYBIUS Associazione culturale a Km0, con la quale si occupa di formazione e di organizzazione di eventi culturali a basso impatto ambientale. È responsabile del Presidio del libro di Racale. È l'ideatore di VERBA VOLANT Festival dell'Ascolto. Ha pubblicato SexNoir (2006), Piccoli omicidi del cazzo (Besa, 2008).

LAURINA PAPERINA è nata a Rovereto nel 1980 e vive e lavora tra Mori (Trento) e Duckland. Ha all'attivo numerose personali e collettive nazionali e internazionali (New York, Los Angeles, Parigi, Vienna, Cape Town, Barcellona, Madrid, Stoccolma,Tokyo). Collabora anche come disegnatrice con riviste d'arte e di moda italiane e straniere.

Londra diventa capitale mondiale del teatro battendo New York. Mentre in Italia langue

 620 milioni di sterline spesi al botteghino. Mentre in Italia langue

Londra supera anche New York ed è capitale mondiale del teatro. È quanto emerge dallo studio commissionato dalla Society of London Theatre, secondo cui nel 2012-2013 sono stati spesi al botteghino 620 milioni di sterline, superando gli incassi dei cinema nella capitale britannica.Nel corso dell'anno, il West End ha attratto il 20% di spettatori in più rispetto a Broadway, con 22 milioni di persone che hanno visto gli spettacoli su un palcoscenico della capitale, più dei tifosi che sono andati a seguire una partita della Premier League.

Londra può vantare ben 241 teatri, capaci di offrire in tutto 110 mila posti. Il settore inoltre dà lavoro a tremila attori e a 6500 persone fra tecnici e assistenti.

Per Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", mentre nel resto d'Europa il teatro è un aspetto fondamentale della cultura, in Italia il teatro è relegato ai margini ed attraversa una profonda crisi anche a causa dell'inadeguatezza del supporto dato dalle nostre Istituzioni. 

E' ora di invertire la rotta perchè dopo le risorse date a pioggia nei decenni passati ad enti del mondo del teatro che evidentemente non sono state in grado di capitalizzarle adeguatamente portandole sull'orlo del baratro, oggi è necessario una razionalizzazione dei finanziamenti per un rilancio del teatro quale forma trainante della cultura, nel solco della migliore tradizione del nostro paese che nel passato glorioso ha esportato opere e compagnie nel mondo. 

Lecce, 31 luglio 2014

                                                                                                                                                                                        




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


DALLO SCIAMANO ALLO SHOWMAN 2014: QUATTRO MESI DI CANZONI, SPETTACOLI E IRONIA


2 AGOSTO – 6 DICEMBRE
12ª edizione

Da Mauro Pagani a Ennio Marchetto, dalla Valle Camonica a San Francisco, anche quest'anno "Dallo Sciamano allo Showman – Festival della canzone umoristica d'autore" è riuscito a costruire un calendario pieno di vita e di incontri.

Il festival, in programma dal 2 agosto al 6 dicembre, conferma le collaborazioni eccellenti, nazionali ed internazionali, con il Club Tenco, il festival catalano Cose di Amilcare e il Society Club di San Francisco.

Il 2 agosto si inizierà a Borno con la presentazione del libro di Nini Giacomelli "Maestronze e genitorazzi. La scuola suonata" (Ed. Foschi), per concludersi il 6 dicembre a Edolo con lo spettacolo di uno dei più grandi trasformisti del nostro tempo, Ennio Marchetto, famoso in tutto il mondo per i suoi costumi in carta e origami che mutano davanti agli occhi del pubblico come in un rutilante cartone animato. 

Nel mezzo la qualità, gli artisti e l'ironia che da sempre contraddistinguono una programmazione che in questi dodici anni il pubblico ha imparato a conoscere e apprezzare. 

Un nome su tutti: Mauro Pagani, che a Darfo Boario Terme (il 27 settembre) proporrà per intero i brani che compongono l'album Creuza de mä, scritto a quattro mani con Fabrizio de André e di cui ricorre il trentesimo anniversario. Ma anche giovani conferme del nuovo cantautorato italiano come il pluripremiato Giovanni Block (in concerto a Pisogne il 16 agosto) o la nuova leva Zibba, già Targa Tenco 2012 e Premio della Critica Mia Martini all'ultima edizione del Festival di San Remo, che il 20 settembre a Malegno presenterà il suo libro "Me l'ha detto Frank Zappa" (Ed. Zona) e insieme agli Almalibre proporrà i brani dell'album "Senza Pensare all'estate".

E ancora: Piji, il "cantautore emergente più premiato d'Italia", il 6 agosto a Edolo con il suo progetto pop/jazz Electroswing Project; Mirco Menna, già frontman del gruppo Parto delle nuvole pesanti, con "Ridere è un fatto serio", omaggio alla canzone umoristica d'autore (il 12 agosto a Paspardo); i bresciani Traffika, che il 19 settembre proporranno a Sellero un omaggio ai maestosi Gaber e Jannacci.

Uno Sciamano sempre più eclettico presenterà inoltre una serata dedicata al centenario della Grande Guerra, il 10 ottobre a Breno, con "A dirlo non son buono, mi proverò a cantar", reading-concerto a cura di Enrico de Angelis. Il 17 e il 18 ottobre, dopo il grande successo della passata edizione del Cabaret Comico il festival torna a San Francisco, ospite del Society Cabaret di Lua Hadar e G. Scott Lacy, e onorato dalla presenza del Console Generale Italiano Mauro Battocchi, con due mostre camune: "Pitoon, i Pitoti in cartoon", dal progetto di Nini Giacomelli e Sergio Staino con il Distretto Culturale di Valle Camonica, e la personale "Segni e tracce" dell'artista Fabio Sanzogni, camuno di nascita ma residente a San Francisco da anni. Il 27 novembre si torna a Malegno, con il concerto-spettacolo dei Dinatatak, gruppo di sei elementi di diverse nazionalità preso "in prestito" dagli amici del Festival Cose di Amilcare di Barcellona.

Tra luglio e novembre, infine, le Piccole Shomanerie del Centro Culturale Teatro Camuno conquisteranno il Castello di Breno con le attività di "Un mondo incatenato": con l'animazione teatrale di Bibi Bertelli, la mostra "Libri incatenati", incontri con l'autrice Nini Giacomelli, e la proiezione del video RAI "Un mondo di pezza" .

La rassegna come sempre trae ispirazione dal patrimonio piu` suggestivo della Valle Camonica, ossia le incisioni rupestri con il loro universo evocativo e magico fatto di pitoti, astronauti e sciamani. Grazie alla direzione artistica di Nini Giacomelli e all'organizzazione del Centro Culturale Teatro Camuno, "Dallo sciamano allo showman" si presenta come un festival innovativo che porta l'immagine della Valle Camonica alla ribalta nazionale per la scelta del tema, per un partner di grande valore come il Club Tenco e per la peculiarità e ricchezza del suo programma. Un Festival di qualità, per la gente e della gente.
Il Festival "Dallo Sciamano allo Showman" è promosso dal CCTC - Centro Culturale Teatro Camuno e dal Club Tenco con il contributo di Regione Lombardia - Istruzione, Formazione e Cultura, Provincia di Brescia - Assessorato Cultura e Turismo, Provincia di Brescia - Assessorato alla Pubblica Istruzione, Comunità Montana di Valle Camonica, BIM di Valle Camonica, Comune di Breno, Comune di Borno, Comune di Darfo Boario Terme, Comune di Edolo, Comune di Malegno, Comune di Paspardo, Comune di Pisogne, Comune di Sellero, Arte Rupestre della Valle Camonica Sito Unesco n.94, Valle Camonica - La Valle dei Segni, Distretto Culturale di Valle Camonica, Fondazione della Comunità Bresciana. Gli sponsor ufficiali: Forge Fedriga, Hotel Sorriso, Willy Racing Car. In collaborazione con: Schiribis snc - Percorsi culturali e comunicazione, Libreria Puntoacapo, Discostory, Proloco Giovani Darfo Boario Terme, Amici del teatro, E20 Malegno, Circolo Culturale La Gazza. Le Targhe del Festival sono realizzate dall'artista orafo Mauro Felter. La conduzione delle serate è affidata a Bibi Bertelli.
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito ad eccezione di:
ZIBBA E ALMALIBRE, Senza pensare all'estate
Malegno, Palestra Comunale, sabato 20 settembre
ingresso 5 € , i biglietti potranno essere acquistati direttamente sul posto la sera dell'evento, senza prevendita

MAURO PAGANI, Creuza de Mä 2014
Darfo Boario Terme, Teatro San Filippo, 27 settembre
ingresso 20 € platea, 15 € galleria, biglietti in prevendita presso: Proloco Giovani Darfo B.T. Tel: 3890738984 (c/o Piazzale Einaudi il martedì dalle 18.00 alle 20.00 e il giovedì dalle 20.00 alle 22.00); Discostory Darfo B.T. Tel. 0364533207; Libreria Puntoacapo Pisogne Tel. 3893426249; Sede CCTC Breno Tel. 3472788691.


Per informazioni:
Tel. 335 5625871 - 347 2788691

16° Festival Internazionale del Circo. Ancora 4 artisti ammessi alla competizione. A poco più di due mesi dal debutto, si inizia già a delineare un cast di indubbio rilievo.

16° Festival Internazionale del Circo
"Città di Latina"
Latina 16 - 20 Ottobre 2014

Count down: - 75 giorni al Festival.

Sono sempre più numerose le nazioni rappresentate al Festival da propri artisti in gara. Quelli annunciati oggi provengono da Germania, Francia, Brasile, Stati Uniti d'America ed Ucraina: si va così confermando la marcata connotazione interculturale dell'atteso evento circense. Un evento che, all'indomani della "Special Anniversay Edition" del 2013, non intende deludere le aspettative di quanti, ormai, attendono dal Festival di Latina il meglio che le arti circensi possano presentare.

Anton Makukhin e Adam Rafael Vazquez in arte sono il Duo A & A. I due giovani artisti hanno provenienze molto diverse: statunitense Adam ed ucraino Anton. Il loro sodalizio artistico ben rappresenta le opportunità di incontro e scambio che il Circo offre ai propri operatori al di là dei confini geografici e culturali. Anton, ventinovenne, ha iniziato l'attività circense nel 2000 poiché ha alle spalle una importante formazione e carriera da atleta e ginnasta. Adam, invece, nato nel 1981, appartiene ad una famiglia circense, i Vazquez, la cui storia artistica ha inizio addirittura nel 1800; presso il Circo di famiglia è cresciuto e si è formato alle discipline della pista che, tuttavia, ha sempre praticato assieme a quelle più propriamente sportive al punto che, per dieci anni, ha fatto parte della Nazionale U.S.A. di Ginnastica. Entrambi hanno calcato alcune fra le più prestigiose piste circensi al mondo; fra queste citiamo quella del Cirque du Soleil. Il Duo A & A presenta a Latina un classico delle discipline acrobatiche, il "mano a mano": sette minuti durante i quali si mescolano forza, equilibrio, concentrazione e, soprattutto, reciproca fiducia tra i due artisti che impiegano il loro corpo al limite delle umane possibilità.

Il trapezio: un classico delle discipline del Circo; in poco più di 150 anni della sua storia, il trapezio è stato presentato nelle piste di tutto il mondo nelle sue differenti modalità: fisso, oscillante, per artisti singoli o per troupe. Quella di Alex Michael è una reinterpretazione di un numero tradizionale in chiave moderna ed originale: da solo in pista, Alex volteggia tra due trapezi oscillanti e "passeggia", testa verso il basso, lungo un percorso installato per lui alla sommità dello Chapiteau. Nato nel 1977 in Brasile, Alex appartiene ad una storica famiglia circense giunta, con lui, alla sesta generazione: è da suo padre che Alex ha appreso la tecnica ma anche le doti umane. I "cavalieri dell'aria", così amano definirsi i Michael, hanno incantato il pubblico di circhi e Festival in tutto il mondo arrivando a conseguire il "Clown d'Argento" al Festival Internazionale del Circo di Monte-Carlo nel 2011 con la troupe "Flying Michael".

Benno e Lukas, due amici che condividono pienamente la stessa passione: è questo il segreto dei Twin Spin, il duo di giovani artisti tedeschi accomunati dal talento in una disciplina del Circo, il diabolo. Benno Jacob e Lukas Stelter sono nati entrambi a Berlino dove hanno frequentato la Scuola Statale di Circo. L'esordio artistico dei Twin Spin risale ad appena un anno fa sebbene Benno, dieci anni più grande del suo amico, avesse già alle spalle una carriera in un altro duo. Nel numero in pista a Latina i Twin Spin presentano un florilegio di quanto al diabolo si possa realizzare in coppia. Una performance connotata da precisione dei gesti, rapidità dei passaggi, creatività, tensione dinamica e dall'apparente facilità con la quale i due artisti utilizzano il loro strumento; un "dialogo" che i Twin Spin conducono tra loro nella vita di tutti i giorni e che trasferiscono per sette minuti nella pista del Festival.

Natalia Egorova Bouglione è un'artista di origini russe trasferitasi successivamente in Francia. Risale al 1998 l'inizio della sua formazione circense presso il Circo Nikulin a Mosca ed al 2000 il primo lavoro da professionista nel medesimo circo: tra le più significative tappe della già ricca carriera artistica di Natalia ricordiamo il Cirque du Soleil nel 2007 e, dal 2012, il Cirque d'Hiver Bouglione a Parigi. Natalia presenta a Latina un numero di "cinghie": si tratta di una disciplina aerea nella quale tutte le evoluzioni dell'acrobata fanno affidamento al supporto offerto al suo corpo da lunghe cinghie sospese alla sommità dello Chapiteau. Natalia, nei sei minuti della sua esibizione, crea una speciale atmosfera mescolando efficacemente la grazia e l'eleganza femminili con la forza e le doti tecniche.

+ 39 0773 474000

TrentinoInJazz 2014 venerdì 1 agosto: Walkin' Jazz Quartet!




Primo concerto di agosto: venerdì 1 il quartetto guidato dal trombettista Walter Civettini rivisita in chiave jazz i classici della canzone d'autore italiana, da Battisti a Dalla, da Gaber a De André
TrentinoInJazz 2014: Walkin' Jazz Quartet!



Trentino Jazz
Fondazione CARITRO
Provincia autonoma di Trento
Regione Autonoma Trentino Alto Adige
Scuola Musicale Eccher

sono lieti di presentare:

TRENTINOINJAZZ 2014
...battendo nuove vie...


Venerdì 1 agosto 2014 
ore 14.30 Agritur El Mas
Moena (TN)
Walkin' Jazz Quartet: The Italian Songbook


Primo giorno di agosto, primo concerto del mese per il cartellone agostano delTrentinoInJazz 2014, che prosegue dopo gli esordi di luglio e si svilupperà tra valli e città fino a dicembre. Venerdì 1 agosto a Moena lo spettacolo The Italian Songbookdel Walkin' Jazz Quartet: Walter Civettini (tromba e flicorno), Stefano Raffaelli (pianoforte), Flavio Zanon (contrabbasso) ed Enrico Tommasini (batteria) rileggono il meglio della musica d'autore italiana (De Andrè, Battisti, Dalla, Mina, Gaber...) in chiave jazzistica.

Dopo l'edizione di svolta del 2013, che ha convogliato sotto un'unica denominazione quattro rassegne che prima operavano separatamente (Sonata Islands, NonSole Jazz, Valsugana Jazz Tour e Lagarina Jazz), quest'anno il TrentinoInJazz rafforza l'unitarietà resistendo alla crisi e offrendo un cartellone corposo e variegato, puntando sulle diverse espressioni del jazz contemporaneo, con nomi italiani e stranieri nelle consuete location di sogno della provincia di Trento. Entusiasta e positiva Chiara Biondani, presidente dell'Associazione TIJ: "Anche nel 2014 TrentinoInJazz conferma la sua vocazione a farsi rete, ribadendo l'unione di quattro festival con una storia importante e rilanciando il miglior antidoto alla crisi del settore musicale: un lungo cartellone, ingressi gratuiti e serate a "prezzo simbolico", proposte jazz per tutti i gusti, un'attenzione speciale da parte delle istituzioni pubbliche trentine per il turismo e la cultura declinati in musica".

Prossima data, martedì 5 agosto: Claudio Fasoli Four (Pozza di Fassa - TN). 


Calendario completo della rassegna___11 luglio-6 dicembre:

Mediapartners:

Jazzit: www.jazzit.it
Jazzitalia: www.jazzitalia.net
Senzabarcode: www.senzabarcode.it


Info:

0463/424310

TrentinoInJazz 2014 su Facebook:


mercoledì 30 luglio 2014

"Le voci della Basilica", giovedì 31 luglio con La Piccionaia e l’ultima opera di Alberto Salvetti




"Le voci della Basilica", giovedì 31 luglio con La Piccionaia e l'ultima opera di Alberto Salvetti

Lungo il percorso teatrale si incontrerà "Ursus Arctos", scultura che racconta l'orso dell'Altopiano.

Nuovo appuntamento in Basilica Palladiana con le "Le voci della Basilica", il percorso creato per La Piccionaia dagli artisti Carlo Presotto, Paola Rossi e Matteo Balbo che, con la guida di un attore-performer e l'accompagnamento delle musiche di Michele Moi esplorerà con modalità inedite il prezioso monumento e la sua lunga storia, per concludersi con un emozionante sguardo dalla terrazza–belvedere.

L'appuntamento è per giovedì 31 luglio con due partenze, alle ore 20 e alle ore 22, per un viaggio che sarà ancora più speciale. Sarà infatti presente anche lo scultore Alberto Salvetti con la sua ultima opera, realizzata appositamente per l'occasione: "Ursus Arctos", che racconta l'orso bruno che sta attraversando l'Altopiano e le cronache locali. Un'opera con cui l'artista ha voluto rendere omaggio al ritorno del più grosso carnivoro nazionale nei boschi vicentini. E letteralmente dalla cronaca nasce quest'opera, la cui materia prima sono proprio le pagine di tutte le edizioni del Giornale di Vicenza che in questi mesi hanno riportato notizie sull'orso e che Salvetti ha utilizzato per dare forma all'animale con l'aiuto di scotch carta e filo di ferro. "L'orso fatto di quotidiani – spiega Salvetti - vuole mantenere l'attenzione sul reinserimento dei plantigradi nel nostro territorio, nonostante la presenza di M4 o Genè che con le sue scorrerie rischia di bruciare anni ed anni di progetti e coesistenza pacifica". L'opera andrà ad affiancare quelle che già hanno catturato l'attenzione dei partecipanti nei percorsi delle scorse settimane, "Capriolo" (fieno, cemento e ferro, 2013) e "Aironi. Sulla conservazione della specie" (pellicola per alimenti e ferro, 2002).

Vicentino, formatosi all'Accademia delle Belle Arti di Madrid e poi a quella di Venezia, Salvetti è reduce dalla performance "Schiavo Offresi" che ha accompagnato nelle scorse settimane l'installazione "Liberepersonelibere" curata da Anna Caterina Bellati a Venezia.
Alle spalle, un'ormai ventennale carriera che lo ha visto, nei duplici panni di scultore e performer, protagonista di esposizioni e collaborazioni importanti, sia a livello internazionale (in Francia, Argentina, Finlandia e nell'ambito della Biennale di Venezia con Carolyn Carlson) che locale (tra le altre, con C.I.S.A., Festival Biblico, ULSS 6, Festambiente, Gusti Berici, Questa non è arte, Entrata d'Emergenza).
 

"Sono concentrato soprattutto nello studio anatomico della figura animale – spiega Salvetti –. L'animale è profondamente legato al proprio ambiente, quindi dal mio punto di vista, risulta pressoché impossibile rappresentarlo dissociandosi dalla tematica ambientale. L'animale per me è un mezzo efficace per poter parlare della salute del pianeta, che è anche la salute della stessa civiltà umana. Un mezzo per mantenere le nuove generazioni in contatto con le radici di un uomo che era nato immerso in una natura molto diversa da quella a 'dimensione giardino' del presente".
I biglietti costano 5 euro. La partecipazione è a numero limitato, si consiglia la prenotazione. L'iniziativa si svolgerà anche in caso di maltempo.

Il progetto fa parte della programmazione estiva de La Piccionaia Teatro Stabile di Innovazione - un cartellone di spettacoli, letture, musica e itinerari in città - organizzato nell'ambito del progetto del Comune di Vicenza "L'estate a Vicenza. Nei giardini delle idee" in collaborazione con la Regione Veneto, il Consorzio Vicenzaè, AIM Energy.

Info e prenotazioni: Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 a Vicenza, tel. 0444 323725, info@teatroastra.it, www.teatroastra.it

Tutti gli appuntamenti sono inseriti nel calendario eventi del sito www.comune.vicenza.it


 

A Roma, Stuttgart Ballet per la chiusura di Invito alla Danza

INVITO ALLA DANZA Rassegna Internazionale di Danza e Balletto

XXIV edizione dal  10 al 31 luglio 2014    direzione artistica Marina Michetti Ufficio organizzativo: tel. 0639738323  fax 06.39372574 e www.invitoalladanza.it



Roma, Accademia Nazionale di Danza, Largo Arrigo VII 5

GIOVEDÌ 31 LUGLIO 2014 ore 21.15

GALA con le stelle dello STUTTGART BALLET

con i primi ballerini Alicia Amatriain, Elisa Badenes, Rachele Buriassi, Hyo Jung Kang, Daniela Lanzetti, Costantine Allen, Alexander Jones, David Moore, Pablo von Sternenfels

prima nazionale



Giovedì 31 luglio, a Roma, il GALA con le Stelle dello STUTTGART BALLET è la chiusura in grande stile della ventiquattresima edizione di Invito alla Danza, negli spazi dell'Accademia Nazionale di Danza.

Appositamente ideato per il Festival diretto da Marina Michetti, il Gala è una testimonianza del lavoro che John Cranko ha svolto in una delle compagnie europee più acclamate, lo Stuttgart Ballet. Lo spettacolo rispetta fedelmente lo spirito della compagnia, presentando sia passi a due fra i più significativi del coreografo inglese, come la scena del balcone da Romeo e Giulietta o Pas de Deux Holberg, sia performances realizzate all'interno della compagnia da nuovi coreografi, come Little Monsters di Demis Volpi o Come neve al sole di Rolando D'Alesio e Mona Lisa di Itzik Galili. La grande compagnia tedesca non dimentica le radici classiche, che vengono rappresentate da due capisaldi della tecnica accademica come Flamme de Paris e Diana e Atteone. Conclude la serata un estratto da La bella addormentata firmato da Marcia Haydée, storica étoile della compagnia e musa ispiratrice di Cranko, che per un periodo è stata anche direttore dello Stuttgart Ballet. Al Gala partecipano 9 artisti in rappresentanza del foltissimo cast che forma la compagnia.

Lo STUTTGART BALLET ha una lunga e importante storia: dal XVIII al XX secolo hanno lavorato a Stoccarda celebri coreografi e direttori come Jean-Georges Noverre, Filippo Taglioni, August Brühl, Oskar Schlemmer. Nel 1961 il giovane coreografo inglese John Cranko fu invitato a dirigere la compagnia, per la quale creò nuove importanti coreografie e formò un ensemble di ballerini di incredibile talento. Oltre alla sua musa ispiratrice Marcia Haydée, indimenticabile interprete di Romeo e Giulietta, sono da ricordare artisti quali Egon Madsen, Richard Cragun, Birgit Keil, Susanne Hanke e altri ancora. Durante il suo mandato, Cranko ha inoltre supportato la Noverre Society, l'organizzazione di Stoccarda che ancora oggi sponsorizza i danzatori della compagnia che vogliano cimentarsi nella coreografia. Grazie al sostegno di questa società sono nati coreografi del calibro di Jirì Kyliàn, John Neumeier, William Forsythe, Uwe Scholz, Renato Zanella e Christian Spuck. Dopo solo 12 anni dal suo arrivo a Stoccarda, John Cranko muore improvvisamente all'età di 45 anni. La direzione è assunta prima da Glen Tetley, poi da Marcia Haydée. Dal 1996 lo Stuttgart Ballet è diretto da Reid Anderson, che ha mantenuto sia il carattere di internazionalità sia il progetto "giovani coreografi" ideato da John Cranko.



Biglietti: primo settore intero € 25 – ridotto € 23  -  secondo settore intero € 23 – ridotto € 20  



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


“TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO": IL TEATRO ANTICONTRAFFAZIONE ARRIVA AD AURONZO DI CADORE

Venerdì 1 agosto (ore 21.00), in piazza Santa Giustina, lo spettacolo interpretato da Tiziana Di Masi, già acclamato in varie città d'Italia. Una performance/inchiesta per informare ed educare sulla piaga dei prodotti contraffatti
"TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO":
IL TEATRO ANTICONTRAFFAZIONE
ARRIVA AD AURONZO DI CADORE
Il progetto è promosso e sostenuto da
Regione del Veneto e Unioncamere Veneto
(Auronzo di Cadore BL – 30.07.2014)  -  Venerdì 1 agosto (ore 21.00) arriva in piazza Santa Giustina ad Auronzo di Cadore (BL) "TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO", il primo spettacolo di teatro civile anticontraffazione, scritto dal giornalista Andrea Guolo e interpretato da Tiziana Di Masi, per educare e informare giovani, famiglie, imprenditori, parti sociali e istituzioni sul fenomeno della contraffazione attraverso una performance/inchiesta che entra nelle pieghe del business dei "falsi", ricostruendo la "filiera del dolore" controllata dalle mafie.
Con "TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO" in "tour" estivo in varie città venete - la cultura e il teatro scendono in piazza per smuovere le coscienze e infondere nei cittadini la consapevolezza di dover dire "no" all'acquisto di prodotti contraffatti che non solo sono falsi, ma anche altamente nocivi, per l'economia delle aziende italiane e per la stessa salute dei cittadini. Solamente rifiutando di essere parte di questo business, che arricchisce a dismisura le mafie, si riuscirà a difendere il valore della comunità, la sicurezza dei consumatori, la legalità, il senso del Made in Italy.

La produzione – diretta dalla vicentina La Piccionaia-I Carrara Teatro Stabile d'Innovazione, sostenuta con forza da Regione del Veneto, Tavolo Veneto della Moda (Confindustria, Confartigianato, Cna, Confcommercio e Confesercenti del Veneto)Unioncamere Veneto e patrocinata da Commissione Europea e MISE - è l'esito di un percorso artistico complesso, frutto di un lavoro d'inchiesta approfondito.
"TUTTO QUELLO CHE STO PER DIRVI È FALSO", anche attraverso momenti di amara ironia, pone l'accento sulla nocività per la salute della quasi totalità degli oggetti contraffatti – dai giocattoli all'abbigliamento fino ai prodotti alimentari e ai farmaci – e sull'esistenza di una "filiera del dolore" di cui ciascun cittadino/consumatore diviene parte (e complice) nel momento in cui sceglie di acquistare un bene contraffatto, alimentando il business delle mafie che su di esso prosperano.

Lo spettacolo è a partecipazione gratuita. In caso di maltempo andrà in scena, sempre alle 21.00, al cinema Kursaal.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it

Airan Berg e Dario Quarta ospiti di TI RACCONTO A CAPO


31 LUGLIO SERATA INAUGURALE DI TI RACCONTO A CAPO CON AIRAN BERG E DARIO QUARTA

Giovedì 31 luglio alle 21.30 in piazza S. Teresa a Corsano riprende il filo del racconto con la serata inaugurale del progetto TI RACCONTO A CAPO.
Nella piazza posta al centro del paese del Capo di Leuca verranno presentati i 16 artisti provenienti da tutta Italia che per 10 giorni parteciperanno alla Residenza Teatrale "Hestia. Il Ventre dei Luoghi" diretta da Ippolito Chiarello
La serata sarà arricchita da proiezioni e incursioni teatrali insieme alla presenza di Airan Berg di LECCE2019 – Città Candidata a Capitale Europea della Cultura e Dario Quarta, coordinatore di quiSalento.
La Residenza Teatrale di TI RACCONTO A CAPO si concluderà il 9 agosto alle 21:30, quando il centro di Corsano diventerà un teatro a cielo aperto alla ricerca dell'AMOR PERDUTO.
TI RACCONTO A CAPO è organizzato dall'Associazione IDEE A SUD EST in collaborazione con NASCA Teatri di Terra.


Per info sugli ospiti
DARIO QUARTA. Giornalista pubblicista dal 2002, attualmente coordinatore del mensile quiSalento, collabora con La Gazzetta del Mezzogiorno dal 1997. Un trascorso da operatore sociale, educatore in strutture per minori e al Cpa, la comunità pubblica di prima accoglienza, presso il carcere minorile di Lecce. La passione per la scrittura inizia come curatore, collaboratore e anche direttore di varie iniziative editoriali "amatoriali" e locali.
AIRAN BERG. Nato a Tel Aviv, ha maturato la prima esperienza teatrale a Broadway (New York City) come assistente di Harold Prince.
In Austria, ha diretto numerose realtà teatrali tra cui il Burgtheater di Vienna; è stato direttore in residenza presso il Schillertheater a Berlino e il co-fondatore di Ohne Grenzen Theater e Die Macht des Staunens, un festival internazionale di teatro di figura. Dal 2001 al 2007, Berg è stato amministratore delegato e direttore artistico della Schauspielhaus Wien e successivamente direttore artistico della sezione performing art di Linz09, Capitale Europea 2009 della Cultura.
Per info
cell. 347.7013952
pagine Facebook, Twitter, Youtube

Lirica in Piazza a Massa Marittima



Lirica in Piazza
XXIX edizione

 

La presentazione di Lirica in Piazza 2014: dal 3 al 6 agosto Boheme, Cavalleria Rusticana e Gianni Schicchi

 

Tutto pronto per l'edizione numero 29 di Lirica in Piazza, a Massa Marittima, la tradizionale rassegna operistica che ogni anno si svolge nel suggestivo teatro all'aperto offerto dalla piazza medievale e dalla Cattedrale di San Cerbone. Sono già in città artisti, registi, scenografi e tutti i soggetti che daranno vita ai quattro spettacoli: la pucciniana Boheme nelle sere del 3 e del 5 agosto e il duo Cavalleria Rusticana e a seguire Gianni Schicchi, nelle serate del 4 e 6 agosto. Stamani la conferenza stampa di presentazione della manifestazione che vede quest'anno la direzione artistica del maestro massetano Maurizio Morgantini e la realizzazione affidata all'Impresa Lirica Europa Musica di Renzo Renzi. "Raccogliamo con piacere-ha introdotto il sindaco Marcello Giuntini- questa tradizionale manifestazione, che ogni anno si rinnova introducendo sempre piccole varianti. Per questa edizione, avremo una nuova impresa lirica impegnata nella realizzazione delle opere ed una rappresentazione inedita per la piazza di Massa Marittima: Gianni Schicchi. Mentre ci impegniamo per portare a termine nel migliore dei modi questa sfida con tre opere in cartellone, ci auguriamo anche, come è consuetudine, che il meteo ci dia una mano per le serate delle recite".

"Abbiamo scelto di tornare alle date storiche- prosegue il vice sindaco Luana Tommi – del 3,4,5 e 6 agosto, che sono le più adeguate alla nostra piazza e ci prepariamo al 30esimo anniversario introducendo intanto piccole innovazioni. Quest'anno con la scelta delle opere abbiamo voluto omaggiare la Toscanità; speriamo che la piazza accolga con favore questa decisione. Abbiamo pensato invece di rinnovare come nelle passate edizioni le collaborazioni con le scuole cittadine, coinvolgendo il gruppo teatrale dell'Istituto Lotti ed il coro di voci bianche dell'Istituto Comprensivo".

La parola poi all'impresario Renzo Renzi che ha ringraziato l'Amministrazione e tutta la cittadinanza, per l'accoglienza riservata agli artisti e ai collaboratori: "si avverte con molto piacere- ha commentato Renzi- come questa sia una manifestazione davvero radicata e partecipata in città. Ringrazio quindi tutti e anche il direttore artistico Morgantini che conosce a fondo il territorio e le potenzialità che racchiude; proprio per questo, in sintonia con lui e con l'Amministrazione, stiamo pensando in futuro, se ce ne sarà occasione, di allargare il progetto di Lirica in Piazza, esportando questo prezioso "prodotto" che realizziamo in Toscana, all'estero, come già stiamo facendo in Lazio. Si tratta in pratica di formare molti giovani, non solo nel settore artistico ma anche in quello delle scenografie, dei costumi, delle collaborazioni tecniche, tutte eccellenze che ruotano attorno al mondo dell'opera in Italia, creando così opportunità di lavoro da spendere qui o all'estero.

Tornando a Lirica in Piazza, esempi di queste eccellenze, li abbiamo scelti anche per realizzare le recite qui a Massa Marittima con le scenografie pregiate, i costumi della sartoria teatrale Pippi ed un cast di grandi talenti." Conclude il maestro Maurizio Morgantini che invita tutti a gustare la magia dell'opera, tra le note della Boheme, a 90 anni dalla morte del genio compositore toscano e le vicende di Cavalleria Rusticana e Gianni Schicchi: un dramma ed una commedia". Per info e biglietti: www.liricainpiazza.itlirica@comune.massamarittima.gr.it, tel. 0566/906248 – 906246-902289- cell. 333-4791821.

FABRIZIO BOSSO 1 e 2 agosto IN CONCERTO A CASTEL SANT'ANGELO








Notti d'Estate a Castel Sant'Angelo

FABRIZIO BOSSO
& JULIAN OLIVER MAZZARIELLO
in concerto 1 e 2 agosto ore 21.30
Roma, Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo

Fabrizio Bosso, in duo con il pianista Julian Oliver Mazzariello, sarà in concerto venerdì 1 e sabato 2 agosto presso il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, ospite della rassegna Notti d'Estate a Castel Sant'Angelo. Per la prima volta insieme a Roma, Bosso e Mazzariello proporranno il loro progetto live dal titolo "Shuffle" in una cornice esclusiva.
Compreso nel biglietto d'ingresso (10 euro) anche la visita guidata notturna.

Collaborazione già ampiamente collaudata, il progetto live di Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello conduce il pubblico in un viaggio magico, in una miscela di tensioni e distensioni, improvvisazioni magnifiche, lirismo ed energia pura, catturando l'ascoltatore in un suono incantevole.

L'incontro artistico tra i due risale alla collaborazione con la primissima formazione degli High Five: gruppo di giovani "all stars" del firmamento jazzistico italiano e trampolino di lancio per il Fabrizio Bosso dei primi esordi. I brani del repertorio comprendono anche i "But not for me" e "Oh Lady Be Good" di George Gershwin e le composizioni di Bosso con "Wide Green Eyes" e "Dizzi's Blues". La splendida "Estate" di Bruno Martino e un omaggio al grande Antonio Carlos Jobim in una originale versione di "Luiza".

Diplomatosi a 15 anni presso il conservatorio G. Verdi di Torino, 16 dischi incisi come leader e una serie innumerevole di partecipazioni e collaborazioni: Fabrizio Bosso ha ormai raggiunto la maturità artistica e consolidato il suo stile, assolutamente riconoscibile e autentico.
Julian Oliver Mazzariello, nato in Inghilterra ma residente in Italia a Cava dei Tirreni, è un pianista affermato ormai da anni. Le sue collaborazioni vanno da Lucio Dalla a Enrico Rava. Tra i progetti a suo nome va ricordato "Profile" inteso appunto come profilo musicale (e quindi caratteriale) di Julian.
Il consueto appuntamento annuale di Notti d'estate a Castel Sant'Angelo è promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, guidata da Daniela Porro.
La manifestazione, giunta alla IV edizione, apre a romani e turisti le porte del monumento per godere nelle serate d'estate di concerti e visite guidate.

FORMAZIONE
Fabrizio Bosso, tromba
Julian Oliver Mazzariello, pianoforte

Ingresso Notti d'estate a Castel Sant'Angelo euro 10,00
visite guidate notturne comprese nel biglietto d'ingresso

Prenotazioni visite non obbligatoria ma consigliata
Tel. 06/32810

Info, prevendita e prenotazione biglietti:
Tel. 06/32810
Email info@tosc.it
Fax +39 06 89280003
(Centro Prenotazioni del Polo Museale Romano attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18; il sabato dalle 9 alle 13)

Prenotazioni online:
http://www.tosc.it/tickets.htm?affiliate=T2C&sort_by=event_datum&sort_direction=asc&fun=erdetail&doc=erdetaila&erid=1006202

Prevendite nei punti vendita TicketOne

Sito: www.castelsantangeloestate.it // www.estatecastelsantangelo.it
Orario apertura 20,30 – 01.00
biglietteria fino alle 24.00
Inizio concerti ore 21.30

Le visite saranno organizzate per gruppi di 25 persone al massimo.

A Jazz by The Pool il Luigi Tessarollo Hammond Trio - venerdì 1 agosto



 A Jazz by The Pool il Luigi Tessarollo Hammond Trio

Venerdì 1 agosto alle Piscine Preistoriche di Montegrotto Terme uno dei più grandi chitarristi jazz del panorama internazionale in compagnia di Alberto Gurrisi ed Enzo Zirilli


Il genio e l'esperienza di Luigi Tessarollo alla chitarra, il carattere e il talento straordinario del giovane Alberto Gurrisi all'organo Hammond 3, la creatività e la versatilità di Enzo Zirilli alla batteria: alle Piscine Preistoriche di Montegrotto Terme (Padova) il Festival Jazz by The Pool inaugura il mese di agosto, venerdì 1, con la proposta musicale di tre grandi protagonisti della scena jazzistica contemporanea.


A bordo piscina arriverà infatti il Luigi Tessarollo Hammond Trio. Il leader della formazione, autore di tutte le composizioni per chitarra-organo batteria, è considerato uno dei più grandi chitarristi italiani, ha all'attivo trenta dischi e concerti in mezzo mondo: fra le collaborazioni più significative, quella con Stefano Bollani con cui ha firmato nel 2002 uno straordinario omaggio a Bill Evans e Jim Hall.


Gli occhi di appassionati e curiosi saranno puntati anche su Gurrisi, che a trent'anni è già considerato uno dei maestri assoluti del suo strumento a livello internazionale e si considera figlio "artisticamente" di Jimmy Smith e Larry Young: dopo aver iniziato a coltivare la passione per l'organo da autodidatta nel 2003, si è formato alla scuola di alcuni "grandi" fra cui Franco Cerri, con cui collabora stabilmente dal 2007. Ha suonato, fra gli altri, con Joe Coehn ed Enrico Rava.


Denso di collaborazioni di assoluto valore, da Peter Washington a Ira Coleman, anche il curriculum artistico di Enzo Zirilli. Il suggestivo concerto a bordo piscina del trio di stelle del jazz sarà preceduto dall'esibizione di tre giovani promesse. Il Marco Bolfelli Trio, finalista del concorso internazionale Jazz by the Pool Competition, presenterà un repertorio che alterna sonorità del jazz contemporaneo e rivisitazioni di alcuni standard del repertorio della tradizione jazzistica. Accanto a Bolfelli, che studia al prestigioso Berklee College of Music di Boston, ci saranno Eugenio Dreas al basso e Marco D'Orlando alla batteria.


Come partecipare
Il programma delle serate prevede l'ingresso dalle 19, seguito dall'aperitivo alle 20 e dalla cena a buffet. Alle 21.30 l'esibizione del Marco Bolfelli Trio, alle 22 il concerto del Luigi Tessarollo Trio. Gli spettatori possono scegliere tra diverse formule e diverse fasce di prezzo, i biglietti sono comprensivi di libero accesso alle piscine termali con idromassaggio e cascate cervicali, oltre all'utilizzo della sauna o del bagno turco: 20 euro per il concerto, 35 euro per gli ingressi comprensivi di cena, 52 euro per la permanenza giornaliera in piscina, la cena e il concerto, 89 euro per un pacchetto speciale che comprende anche un trattamento gourmet spa. Mentre per chi volesse ascoltare un po' di buona musica senza portare il costume, l'ingresso a partire dalle 22 è di € 10 (ad esclusione della serata del 29 agosto che verrà € 15). Gli eventi si terranno anche in caso di maltempo, è gradita la prenotazione per la cena. Info: www.jazzbythepool.it


STAP BRANCACCIO Scuola di Teatro e Arti Performative



STAP BRANCACCIO Scuola di Teatro e Arti Performative nasce come un centro artistico poliedrico aperto a tutti e ha l’obiettivo di fornire gli strumenti necessari per la formazione di un attore a chiunque voglia fare della propria passione una vera e propria professione. 

L’Accademia ha una durata triennale ed è formata da un biennio e da un terzo anno di perfezionamento.

Il biennio è rivolto a ragazze e ragazzi dai 18 ai 30 anni. Prevede l’acquisizione di tecniche primarie di recitazione quali l’uso del corpo e della voce che diano la possibilità all’allievo di padroneggiare la propria espressività. In seguito l’allievo verrà condotto a farsi strumento e autore dell’evento teatrale: imparerà a leggere un testo, interpretarlo in senso attoriale e registico, comprenderà e creerà strutture drammaturgiche originali.

Per chi ha già conseguito un diploma in un’accademia di recitazione o ha già avuto esperienze professionali e vuole perfezionarsi potrà iscriversi al terzo anno di perfezionamento. Il terzo anno è rivolto a coloro che intendono condurre un processo creativo personale e collettivo teso a individuare un diverso approccio alla professione dell’attore, come indagatore e autore del proprio ruolo espressivo, in grado di agire creativamente sugli aspetti fondanti della rappresentazione, drammaturgico, registico e interpretativa. Il percorso porterà alla produzione di una drammaturgia originale frutto di una creazione collettiva, diretta e portata in scena dagli allievi stessi. 

La Stap Brancaccio organizza inoltre corsi di recitazione e di tecnica vocale pomeridiani e serali con frequenza settimanale, rivolto a chi volesse sperimentare la recitazione e il canto e dar vita alla propria creatività.

Ma la Stap Brancaccio Scuola di Teatro e Arti Performative è anche un centro di formazione per bambini e ragazzi. L’obiettivo è quello di accompagnare il bambino e il ragazzo nel suo percorso di  crescita e aiutarlo, fin da piccolo, a scoprire e sviluppare la sua parte creativa.


Con questo intento organizziamo corsi per neonati, bambini e ragazzi che rispecchiano e toccano molti linguaggi artistici, dalla musica al teatro fino alla commistione tra i generi. La Stap Brancaccio propone corsi di recitazione sia in italiano che in inglese, corsi di musical in inglese, corsi di teatro e videomaker e i corsi Musicainfasce e Sviluppo della Musicalità con docenti associati AIGAM.
Ogni bambino/ragazzo potrà quindi seguire la propria inclinazione e scoprire il suo talento in un piacevole cammino che porterà con sé. 

La scuola di teatro quest’anno si arricchirà del laboratorio teatrale integrato "Officine teatrabili". Il progetto prevede un laboratorio teatrale per persone con disabilità cognitiva insieme ad un loro congiunto per permettere ad entrambi di sondare dinamiche differenti da quelle che si formano in ambito familiare. La relazione, fondata quindi su basi diverse, permetterà di ri-conoscere e far conoscere il proprio potenziale artistico e svelarlo all'altro e acquisire così nuovi spazi di espressione e autonomia.

Tutti i corsi della Stap Brancaccio si svolgono presso il Teatro Brancaccio e la Sala Umberto, con frequenza mono-settimanale da ottobre a giugno  e prevedono uno spettacolo/saggio di fine anno.

INFO:
tel. 06.45447670
cell.: 340.6716474
www.teatrobrancaccio.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.