CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

sabato 31 gennaio 2015

Last second a teatro! Ultima replica Rumori fuori scena!



Ultimo giorno!!!
domani
domenica 1 febbraio ore 18,00
 

Prenota ora.. per gli iscritti alla newsletter biglietto ridotto a €14 anzichè €18

Last second!!
per i primi 30 spettatori che prenoteranno per domani
Biglietto a 10€


regia Flavio De Paola

Con : Flavio De Paola, Antonella Rebecchi, Antonio Buttari, Giovanni Receputi, Maria Cristina Gionta, Marina Pedinotti, Silvia Coghe, Stefano Grossi, Andrea Meloni
In scena le disavventure di una sgangherata compagnia teatrale impegnata nell'allestimento di una commedia..Tutto ruota attorno ad una casa di campagna, dove convergono le vicende dei personaggi: la signora Clakett, la governante che cerca di godersi una serata davanti il televisore dei proprietari..l'agente immobiliare che utilizza la casa per una scappatella amorosa , l'improvviso rientro dei padroni di casa, ed infine un ladro e uno sceicco che la vuole comprare. Alle complicate entrate e uscite continue dei personaggi, si sommano i problemi dietro le quinte che si riflettono sulla rappresentazione della commedia, con esiti tanto disastrosi quanto esilaranti.


Volete un' anteprima?? Cliccate qui!
 https://www.youtube.com/watch?v=1VbBgUJoQws&x-yt-ts=1421782837&x-yt-cl=8435924

La critica ne è entusiasta..
http://www.lefilnoir.com/?p=2277

http://www.giornaledellumbria.it/article/article218370.html



 E per i più piccini..


Marcovaldo è un manovale di origini contadine che va a vivere con la sua famiglia in città. Le difficoltà di adattamento, da un ambiente dove i ritmi della natura scandiscono la giornata al caos della metropoli, hanno spesso un effetto comico. Un vigile è sempre in agguato a testimoniare le divertenti disavventure del fumettistico personaggio. Scritto da Italo Calvino e da lui pubblicato negli anni 60, Marcovaldo è un libro ancora attuale e adatto a rappresentare con candore, ai bambini e ai ragazzi, la vita quotidiana in un mondo in cui la natura bisogna andare a cercarsela. Adatto ad un pubblico delle elementari, lo spettacolo che Marco Zordan ne ha ricavato fa tesoro degli anni di laboratori per bambini da lui condotti in diverse scuole. L'adattamento teatrale del testo di Calvino è semplice e fantasioso, utilizza tecniche miste: pupazzi, maschere e 3 attori. Il tutto raccontando 4 favole moderne di un quarto d'ora l'una (villeggiatura in panchina, la pietanziera, bosco sull'autostrada, la cura delle vespe) ognuna ambientata in una stagione diversa.
                                    Prezzo unico 8€
 


 
E poi.. Magia!!
 
Giovedì-venerdì-sabato ore 21,00 Prezzo 14€ anziché 18€
Sabato- domenica ore 16,00 Prezzo unico 10€

 
per prenotazioni 06/94376057

Orario Botteghino:
dal lunedì al sabato ore 10,00/13,30  e 16,00/20,00
domenica ore 16,00/20,00


 
Teatro degli Audaci
Via Giuseppe De Santis, 29
00139 Roma

Shakespeare e sangue al Teatro Testaccio

In scena fino a domenica 1 febbraio al Teatro Testaccio di Roma, Shakespeare e Sangue è il nuovo ed originale lavoro teatrale del noto doppiatore italiano Stefano Mondini.
Dai toni decisamente differenti dalle pièces precedenti, chi conosce Mondini fatica inizialmente a riconoscerlo nel testo.

Dopo Ciao pesciolino e Quell'estate, in cui proponeva una visione della vita positiva e delicata, questa volta l'autore e regista ha voluto indagare gli aspetti più oscuri della psiche umana attraverso una storia di droga e criminalità tutta al femminile ma con un tocco di creatività.
Infatti se da un lato i protagonisti sono la violenza, la spavalderia, il rischio, la spietatezza che le tre giovanissime attrici incarnano efficacemente; dall'altro Shakespeare.

Dicevamo delle attrici: una talentuosa Carlotta Guido presta il volto alla giovane tossicodipendente Kate riuscendo perfettamente nell'interpretazione di un ruolo così complesso e impegnativo.
Perfetta la mimica, la gestualità, le movenze, l'isteria che caratterizzano il suo difficile ruolo. Si muove bene sulle scene anche Francesco Tardio, nei panni della criminale sorella di Kate, così come Sophia de Pietro personaggio chiave di tutta la vicenda che non riesce così a trasmettere tutte le contraddizioni e le sfumature che gli appartengono.

Ma la riuscita dello spettacolo non è merito solo del buon cast, comprese anche le luci di Marco Fumarola e le musiche originali di Angelo Talocci.
Inoltre, l'idea di inserire, a tratti, alcuni dei brani classici di Shakespeare dà un tocco di vera originalità all'opera.

Nulla meglio dei versi shakespeariani avrebbe potuto esplicitare meglio gli stati d'animi, le emozioni, le sensazioni di alcuni momenti fondamentali della vicenda. In tanta violenza rappresentata spuntano stralci di pura poesia ad estasiare lo spettatore che assiste ad uno spettacolo complesso e sfaccettato, grazie anche ad una buona regia.
In questa nuova veste, Stefano Mondini ci ha convinto.

Mena Zarrelli


venerdì 30 gennaio 2015

Mongolfiere, villaggi di pescatori, case del pane... domani inizia il Carnevale!




Carnevale di Venezia 2015 "La festa più golosa del mondo!" (31 gennaio – 17 febbraio)
Mongolfiere, villaggi di pescatori, case del pane... domani inizia il Carnevale!


Venezia, 30 gennaio 2015 - Cresce l'attesa per lo spettacolo "Il magico banchetto", una favola del cibo a Venezia, della Compagnia veronese Nu'Art per la direzione artistica di Gabriele Rizzi. Un evento che aprirà domani sera il weekend della Festa Veneziana, consueto prologo del Carnevale di Venezia. 

Ad ammaliare il popolo del carnevale, assiepato lungo il Rio di Cannaregio, saranno mongolfiere e grandi strutture galleggianti per uno spettacolo incentrato sul tema del cibo che raggiungerà il suo apice con l'entrata in scena dell'ultima mongolfiera che rappresenterà la città lagunare. 6 metri di diametro sospesi nel cielo quasi a simboleggiare che, al di là di questo trionfo del gusto italiano, la vera protagonista rimane lei: Venezia che, in tutto il suo splendore, prende il volo dando inizio al "leggero" e fantastico periodo del Carnevale.

Ogni capitolo dello show sarà un passo verso la celebrazione e l'esaltazione del gusto: condimenti e cibi, piatti della tradizione, villaggi di pescatori e case del pane, fragole e tazzine di caffè saranno alcuni degli elementi di un mondo galleggiante che racconta, tra ironia, passione e stupore, il profumo e i sapori di un menù tipicamente "made in Italy".

Ed in questi giorni non sono passate inosservate in città le prove de "Il magico banchetto" che coinvolge ben 42 persone, tra cast artistico e tecnico, provenienti da Italia, Francia, Ucraina, Spagna, Stati Uniti, Romania.

Lo show si ripeterà in due momenti alle 18 e alle 20. Tra un'esibizione e l'altra ad allietare gli ospiti e le maschere che affolleranno il Rio di Cannaregio ci sarà musica e intrattenimento che avrà come punto di riferimento un'imbarcazione storica veneziana ormeggiata in zona Crea-Tre Archi sulla quale campeggerà il brand APEROL che a Venezia, ma non solo, è sinonimo di spritz e quindi di aperitivo, immancabile vista l'ora. 

Ecco nel dettaglio il programma e gli orari della serata di domani 31 gennaio lungo il Canale di Cannaregio che darà il benvenuto ufficiale al Carnevale 2015

ore 17.30 inizio animazione
ore 18.00 - 18.30: primo show "Il magico banchetto - Una favola del cibo a Venezia" della Compagnia Nu'Art
ore 18.30 - 20.00: musica e animazione davanti al barcone APEROL
ore 20.00 - 20.30: secondo show "Il magico banchetto - Una favola del cibo a Venezia" della Compagnia Nu'Art
ore 20.30 - 22.00: musica e animazione davanti al barcone APEROL

Cercasi casa disperatamente al Teatro Pegaso di Ostia



Noi… Gesti d'Arte e Partenopei e parte...Napoletani
presentano


CERCASI CASA DISPERATAMENTE

scritto Antonio Abet e Salvatore Rivoli
regia Salvatore Rivoli
con
(in ordine di apparizione)
Roberto Celestini, Pietro Clementi, Flavia Di Domenico, Daniele Di Matteo, Valentina Mancini, Salvatore Rivoli, Giovanna Valente


TEATRO PEGASO
viale Cardinal Ginnasi 12 . Lido di Ostina

dal 6 all'8 Febbraio 2015



Una divertente commedia diretta da Salvatore Rivoli è in scena al Teatro Pegaso dal 6 all' 8 febbraio. Cercasi casa disperatamente, scritta dallo stesso regista con Antonio Aber, vede in scena Roberto Celestini, Pietro Clementi, Flavia Di Domenico, Daniele Di Matteo, Valentina Mancini, Giovanna Valente e lo stesso regista.

Un napoletano, il dott. Varriale, e una ciociara, la signora Gigante, si rivolgono alla stessa agenzia immobiliare per trovare un appartamento in affitto a Roma dove i due si trovano per lavoro. 
 
Per un caso fortuito si trovano a visitare lo stesso appartamento che, per una regola condominiale imposta dalla sorella del cardinale Pacelli, la zitella che abita al primo piano dello stabile, non può essere abitato da "single". 

Dopo lunghe insistenze l'agente immobiliare convince i due ad abitare lo stesso appartamento e a fingersi marito e moglie.

CERCASI CASA DISPERATAMENTE
scritto Antonio Abet e Salvatore Rivoli
regia Salvatore Rivoli
con (in ordine di apparizione)
Roberto Celestini, Pietro Clementi, Flavia Di Domenico, Daniele Di Matteo, Valentina Mancini, Salvatore Rivoli, Giovanna Valente


TEATRO PEGASO
viale Cardinal Ginnasi 12 . Lido di Ostia
dal 6 all'8 febbraio 2015
ore 21.00
domenica ore 18.00
Costo biglietto: intero 12.00, ridotto 10.00, tessera associativa 2.00
per info e prenotazione 06.5665208.

AL TEATRO DEI SATIRI "NUDA" OVVERO "SE FOSSI UOMO SAREI UN COATTO"

"NUDA"
ovvero
"SE FOSSI UN UOMO SAREI UN COATTO"

di Betta Cianchini
con Fiona Bettanini
regia di Gabriele Carbotti

Dal 4 al 15 febbraio 2015
in scena al Teatro dei Satiri - via di Grotta Pinta, 19, Roma


Dopo il grande successo di "Dignità Autonome di Prostituzione", l'autrice e attrice Betta Cianchini torna a teatro proponendo "Nuda" ovvero "Se fossi uomo sarei un coatto", per la regia di Gabriele Carbotti, 'one woman show' che vede sul palco Fiona Bettanini, l'attrice che ha portato al successo "Orgasmo e pregiudizio".


SINOSSI
Cosa accadrebbe se una donna iniziasse a ragionare improvvisamente come un uomo? E se, continuando a dire di essere 'una con le palle', alla fine se le ritrovasse davvero fra le gambe? Sì, insomma, se il suo corpo subisse una mutazione improvvisa, se a farle compagnia un giorno arrivasse 'lui', 'il coso': cosa accadrebbe?

A svelarcelo è Fiona, protagonista di questa mutazione improvvisa che si ritrova a fare i conti con quella parte di 'camionista inside' che convive, latente, in ogni donna, con la sua parte preponderante. Perché la verità è che anche le donne sognano di poter vivere lontane dalle regole del buon costume, magari lasciandosi andare a una gara di rutti, potendo vivere l'ebbrezza di fare la pipì in piedi e, perché no, di darsi ogni tanto una tastatina al pacco!

Fiona si ritrova quindi a guardare il mondo con gli occhi di un uomo, un punto di vista maschile caustico e ironicamente scorretto. E guardando il mondo con gli occhi di un uomo, Fiona vivrà finalmente un momento liberatorio e si ritroverà anche ad analizzare, e capire, tutti quegli atteggiamenti maschili a cui spesso le donne guardano con riserva e ribrezzo.

Non solo. Fiona, uomo nei panni di una donna, guarderà le stesse donne in un altro modo. Immaginate allora che paradosso: divertente, ma anche sconvolgente. Perché questa nuova Fiona fa capire quanto fallaci e fittizi siano gli stereotipi che il gioco del sessismo, che facciamo fatica a sradicare dal nostro DNA, impone. E tutto questo, la commedia 'Fossi uomo sarei un coatto' ce lo fa capire ridendo.


NOTA
L'autrice  per la stesura dello spettacolo si è ispirata a varie testimonianze di uomini e donne che, intervistati, hanno risposto alla domanda: "Se fossi uomo (o donna) per un'ora e mezzo, cosa faresti? Cosa vorresti provare?". 



"NUDA" ovvero "SE FOSSI UOMO SAREI UN COATTO",

Uno spettacolo scritto da Betta Cianchini,
con Fiona Bettanini,
regia di Gabriele Carbotti
al Tetro dei Satiri di Roma, dal 4 al 15 febbraio 2015
dal mercoledì al sabato alle ore 21.00; domenica ore 18.00
Prezzi: intero 17€ - ridotto 14€.

Teatro dei Satiri, via di Grotta Pinta, 19, 00186, Roma. Info: 06 687 1578

"EHI TU! il lato cattivo di Ernesto Guevara" dal 5 all'8 febbraio 2015 al Teatro Studio Uno di Roma



Natacha Von Braun / ensemble d'espressioni

presenta

EHI TU! il lato cattivo di Ernesto Guevara

di e con Antonio Sinisi e Alessandro Pera

Dal 5 all'8 Febbraio 2015
 Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6

Dopo felice debutto nel maggio 2014 ritorna in scena al Teatro Studio Uno dal 5 all'8 febbraio 2015 EHI TU! il lato cattivo di Ernesto Guevara di e con Alessandro Pera e Antonio Sinisi.

Interessante e produttiva collaborazione quella tra i due artisti, Alessandro Pera, scrittore prestato al palcoscenico e Antonio Sinisi, regista e autore, protagonisti in scena di un racconto vivo e coinvolgente capace di mettere in luce con sagace ironia un Che Guevara mai esplorato riscoprendone il suo inedito lato cattivo.

Due personaggi in parallelo nello stesso spazio. Uno sta cercando di allestire uno spettacolo su Bertolt Brecht mentre l'altro si ostina a sottrarre Ernesto Guevara alla commercializzazione e al processo di banalizzazione. Dal loro incontro riflessioni, emozioni, ricordi e soprattutto una trama che si infittisce. Si intrecciano il pensiero e le parole di Ernesto Guevara e Bertold Brecht, le speranze di cambiamento, le battaglie, le sconfitte, ricordate come le poche vittorie con ironia e indomiti sberleffi. Naturalmente nessuna sintesi è possibile: ma se si mettono in gioco i corpi, agisce il cambiamento e con esso il teatro.  

Speranza e cambiamento linee guida di un racconto entusiasmante capace di rapire e conquistare il pubblico con semplicità e naturalezza senza evocare stereotipi o luoghi comuni, restituendo un'immagine unica e mai scontata di uno degli uomini più controversi e discussi del '900.

Pagina ufficiale > http://ehituche.tumblr.com/

"EHI TU! il lato cattivo di Ernesto Guevara" dal 5 all'8 Febbraio 2015
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara). Ingr. 10 euro.
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00


 Per info e prenotazioni: 3494356219- 3283546847


Orchestra I Pomeriggi Musicali - 70ª STAGIONE SINFONICA - 5 e 7 febbraio 2015




        

70ª STAGIONE SINFONICA
ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI

Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno

Stagione 2014-2015

Giovedì 5 febbraio, ore 21.00
Sabato 7 febbraio, ore 17.00
Prove generali - Giovedì 5 febbraio, ore 10.00


Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano

Direttore: Ottavio Dantone
Violino: Viktoria Mullova
Orchestra I Pomeriggi Musicali

Haydn, Il mondo della Luna, ouverture
Mendelssohn, Concerto per violino e orchestra, op.64
Mendelssohn, Sinfonia n.4, "Italiana"

A tre mesi dai bellissimi concerti inaugurali della 70a Stagione Sinfonica che lo hanno visto protagonista di una superba interpretazione del Messiah di Händel, Ottavio Dantone torna sul podio dell'Orchestra I Pomeriggi Musicali i prossimi giovedì 5 e sabato 7 febbraio.   


Dirigerà il dodicesimo appuntamento della Stagione che si aprirà con l'ouverture Il mondo della Luna di Haydn e che si concluderà con l'esecuzione della Sinfonia n. 4 "Italiana" di Mendelssohn. Particolarmente attesa l'esecuzione del Concerto per violino e orchestra, op. 64, di Mendelssohn affidata a Viktoria Mullova, straordinaria interprete della scena internazionale, per la prima volta ospite de I Pomeriggi Musicali.


SEGRETALUCE Nel Laboratorio di Madame Curi 4-5 febbraio Teatro Vascello Roma


STAGIONE TEATRALE 2014-2015
Teatro Vascello
sala Giancarlo Nanni

4-5 febbraio 2015 h 10.30
5 febbraio 2015 h 21
produzione TSI La Fabbrica dell'Attore con il contributo del MIUR
SEGRETALUCE
Nel Laboratorio di Madame Curie
drammaturgia e regia Riccardo Diana
con Barbara Scoppa, Carlotta Mangione, Camilla Diana
Scene e Costumi Maria Toesca
Musiche a cura di Marcello Fiorini
Coreografie Giovanna Gallorini

Spettacolo per la divulgazione e l'approfondimento della cultura storico-scientifica e tecnico-scientifica attraverso lo strumento teatrale.

Con il Progetto "Il Laboratorio di Madame Curie", si intende avvicinare gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado alla cultura scientifica con un mezzo straordinario qual è il Teatro; che oltre a fornire le informazioni necessarie ad una conoscenza della materia trattata li possa coinvolgere a livello emotivo facendo nascere passioni ed interessi al di là della pura didattica. 

Rivisitare le tappe biografiche di una scienziata, Marie Curie, unica donna ad aver ricevuto due premi nobel in due diverse discipline scientifiche, considerata una vera e propria pioniera nell'avventura storica del progresso scientifico, ci è parso un ottimo spunto per parlare di scienza come passione e ragione di vita. Far emergere tutti i campi di applicazione che dalle sue scoperte hanno trovato sviluppo contribuendo decisamente al progresso dell'umanità. 

La vita di Maria Sklodowska Curie (Varsavia 7 Nov.1867- Passy 4 luglio1934) e quella di suo marito Pierre, fu dedicata all'isolamento ed alla concentrazione del radio e del plutonio. La scoperta del radio e le sue successive applicazioni attraverso apparecchiature radiografiche, rese possibili e aprì nuove strade alla conoscenza e al progresso scientifico. Si propone uno spettacolo incentrato sulla vicenda dei Curie, ove si parlerà di elettricità, radioattività, chimica, fisica, radio, pechblenda, e si affronteranno temi come il rapporto tra scienza e potere, accademia e ricerca, ricerca e industria.

Note di regia
Segretaluce è uno spettacolo sulla storia di una donna straordinaria, Marie Curie. Scienziata polacca naturalizzata francese, che ha ricevuto per la sua grande opera di ricerca scientifica,  due premi Nobel : uno nel 1903 per la fisica, insieme al marito Pierre Curie, per gli studi sulle radiazioni, e il secondo, per la chimica, nel 1911, per la scoperta del polonio e del radio. 

Lo spettacolo, intende ripercorrere le tappe più importanti della sua esistenza, di donna e scienziata, attraverso le voci di tre attrici, Marie Curie stessa, la figlia Irene, e Blanche una delle sue assistenti. 

La scelta di raccontare una storia al femminile, nasce dall'esigenza di sottolineare la straordinarietà di una vicenda che vede protagonista una donna, nei primi anni del novecento, in un mondo, quello scientifico, dominato dal pensiero maschile; che porterà da li a poco ad un vero e proprio movimento per la liberazione della condizione subalterna della donna rispetto al pensiero dominante. 

Tutto lo spettacolo si svolge nel laboratorio di Madame Curie, quel laboratorio malandato e ricavato da un vecchio magazzino, che l'accompagnerà fedele per gran parte della sua esistenza e che sarà il luogo che vedrà gioie e dolori di un percorso accidentato e faticoso ma non privo di grandi successi. 

La nostra storia inizia si potrebbe dire dalla fine, o meglio, da quando dopo il secondo Nobel arriva fama e notorietà, e qualche credito in più per la possibilità di continuare le ricerche con strumenti e luoghi più idonei. 

Madame Curie, torna per l'ultima volta a visitare il suo vecchio laboratorio prima che venga abbattuto, e in quel luogo, quel piccolo grande mondo, rivive i momenti emotivamente più importanti della sua vita, dal ruolo di giovane istitutrice presso ricche famiglie polacche, per permettere alla sorella maggiore i suoi studi in medicina, al trasferimento a Parigi, studente alla Sorbona con eccellenti risultati didattici; dall'incontro con il suo futuro marito Pierre Curie, famoso scienziato e insegnante alla Sorbona, al suo percorso di ricercatrice e di madre, le sue due figlie diventeranno, una scienziata, raccogliendo l'eredità familiare e giungendo ad aggiudicarsi un premio Nobel nel  1935, e l'altra, Eve scrittrice di successo; dai primi importanti riconoscimenti in ambito scientifico, alla tragica perdita del marito in un incidente cittadino, il lutto e la determinazione, il perseguire con caparbietà e ostinazione obbiettivi  di grandezze incommensurabili, tutti volti al progresso e a beneficio dell'umanità.   

Segretaluce è il titolo che contiene tutta la forza e l'energia che si sprigiona dal buio dell'ignoto quando qualcuno si avventura con sacrificio e dedizione a far emergere verità nascoste, orizzonti sconosciuti che alimentano il progresso del futuro bene comune. 

Riccardo Diana

Cristina D'Aquanno ufficio stampa  e promozione 3405319449 (cellulare)
Teatro Vascello 06 5881021 – 06 5898031 - fax 06 5816623

Prezzo in serale 15 euro posto unico 10 euro per gruppi dimalmeno 10 persone
Prezzi in matineé: Biglietto studente € 10,00 Biglietto  - omaggio professore accompagnatore

Come raggiungerci: Il Teatro Vascello si trova in Via Giacinto Carini 78 a Monteverde Vecchio a Roma sopra a Trastevere, vicino al Gianicolo.
Con mezzi pubblici: autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano: da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello

Nostalgie del PresenteFuturo a Centrale Preneste Teatro dal 6 al 28 Febbraio


Dal 6 al 28 Febbraio 2015
Centrale Preneste Teatro

Manifestazione di teatro, danza, musica e arti visive

Nostalgie del presente/futuro

giornate di Post Popular Art

Otto giornate d'arte e performance che attraversano l'intero mese di Febbraio a Centrale Preneste Teatro (Via Alberto da Giussano, 58) con la rassegna Nostalgie del presente/futuro. Tanti appuntamenti con il teatro, la danza, la musica e le arti visive a partire dal 6 fino al 28 Febbraio. Il progetto, all'insegna della trasversalità, coinvolge soggetti diversi per età, esperienze, linguaggi artistici, utilizzo di tradizione e innovazione. La manifestazione è dedicata a esposizioni e performance che coinvolgono in una serie di momenti "corali" sia i partecipanti ai laboratori e alle residenze che si sono svolti nei mesi scorsi, sia giovani formazioni teatrali, musicisti, registi, video-maker e artisti di street-art.

Le otto giornate si articolano in quattro sezioni (teatro, danza, musica e arti visive) che danno forma a una vera e propria "vetrina". Ad ogni sezione sono dedicati due appuntamenti: si comincia il 6 e il 7 Febbraio con la sezione teatro. Venerdì alle 21.00 spettacolo Due Passi Sono della Compagnia Carullo-Minasi. Sabato invece andranno in scena i tre spettacoli delle giovani formazioni artistiche teatrali in residenza Cartastraccia, Teatro dei Dis-occupati e Fiona Sansone e alle 21.00 Requiem For Pinocchio della compagnia Leviedelfool.

Dal teatro si passa alle arti visive: il 13 e il 14 Febbraio sono infatti dedicati alla mostra dei murales realizzati all'interno del laboratorio Mural e Street Painting e alla proiezione, in entrambe le giornate, alle 21.00, di corti, video e film. Venerdì 13 EscaMontage presenta il film Senza chiedere permesso e sabato 14 è in programma una serata di Street Video Social – visione di corti realizzati dai giovani dei Centri di Aggregazione Giovanile.

Il 20 e il 21 Febbraio tocca alla sezione danza: venerdì 20 febbraio dalle 17.00, il contest di break dance a cura di ACHRON. Il 21 febbraio si susseguono due spettacoli: alle 20.00 Nella Tempesta, libera interpretazione del testo di Shakespeare, realizzato da Cies Onlus – Centro Aggregativo Giovanile "MaTeMù" , mentre alle 22.00 Visure d'interno, studio per corpi e voce, della Compagnia Manuela De Angelis e Daniela De Angelis.

Alla musica il compito di chiudere il cerchio. A questa sezione sono infatti dedicate le ultime due giornate del mese. Oltre alle esibizioni no-stop delle band emergenti del territorio (venerdì 27 Febbraio), sabato 28 dalle 20.00 si chiude in bellezza con i concerti Progressivamente Live di Lato Due e Radici di Kento & The Woodoo Brothers.

La manifestazione Nostalgie del presente/futuro, che si svolge a Centrale Preneste Teatro dal 6 al 28 Febbraio, è realizzata con il sostegno di Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo– Dipartimento Cultura – Servizio Spettacoli ed Eventi.
Manifestazione Nostalgie del presente/futuro
Dal 6 al 28 Febbraio
Centrale Preneste Teatro Via Alberto da Giussano, 58 – Roma
Biglietto unico: 3,00 €
Info e prenotazioni: 0627801063 – 0625393527 (lun./ven. ore 10.00/17.00)

IL PROGRAMMA COMPLETO


SEZIONE TEATRO
Venerdì 6 Febbraio 2015
Ore 20.00 (Sala BiancaOpen studio  laboratorio teatrale La Strada a cura Tiziana Lucattini

Ore 21.00 (TeatroDUE PASSI SONO - Compagnia Carullo-Minasi
regia, testi ed interpretazione di Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi
Due piccoli esseri umani, un uomo e una donna dalle fattezze ridotte, si ritrovano sul grande palco dell'esistenza, nascosti nel loro mistero di vita che li riduce dentro uno spazio sempre più stretto, dall'arredamento essenziale, stranamente deforme. Attraversano le sezioni della loro tenera e terribile, goffa e grottesca vita/giornata condivisa. Ma un "balzo" aprirà la custodia del loro carillon. Fuoriescono vivendo il sogno della vera vita da cui non è più necessario sfuggire, ma solo vivere, con la grazia e l'incanto di chi ha imparato ad amare la fame, la malattia, i limiti dello stare.

Sabato 7 Febbraio 2015
Ore 18.00 – 20.00 (Sala Bianca e Sala Nera) Open Studio residenze  - Giovani formazioni teatrali
Carta Straccia "Fratellino e Sorellina" di Cora Presezzi
Teatro dei Disoccupati  "Circus Art Museum" di Monica Crotti e Massimo Cusato
"Vita non mangia e non dorme" di Fiona Sansone con Ottavia Leoni e Ksenija Martinovic

Ore 21.00 (Teatro) REQUIEM FOR PINOCCHIO  la scoperta dell'Esistenza
Compagnia Leviedelfool
di e con Simone Perinelli
Nel dare voce al famoso burattino, la Compagnia Leviedelfool lavora cercando di immaginare un possibile percorso che dia un seguito alla favola raccontando la vita che Pinocchio "vivrà" nel mondo reale. Pinocchio diventa così un pretesto, uno sguardo preso in prestito dal quale osservare con occhio limpido, infantile e ribelle il mondo che ci circonda e la vita che affrontiamo quotidianamente, le tematiche del lavoro totalizzante e precario, dell'emancipazione, della mercificazione del tempo e dell'essere, dell'anestesia dei sogni e del consumismo di ennesima generazione per operare un'analisi attenta e reattiva rispetto ad un quesito significativo della vita: cosa significa essere umano?

SEZIONE ARTI VISIVE
Venerdì 13 Febbraio 2015
Ore 19.00 (Giardino)Mural e Street Painting realizzati nel laboratorio a cura di Aisling Pallotta

Ore 20.00 – 23.00 (Teatro)
NELLE STRADE, NEL TEMPO - interviste a chi ha molto vissuto a cura di Fabio Traversa

ESCA MONTAGE "Senza chiedere permesso"

Un film di Iolanda La Carrubba
Sceneggiatura Iolanda la Carruba e Sarah Panatta


Sabato 14 Febbraio 2015
Ore 19.00 (Giardino)Mural e Street Painting realizzati nel laboratorio a cura di Aisling Pallotta

Ore 20.00 - 23.00 (TeatroSTREET VIDEO SOCIAL
Visione dei corti realizzati dal Centro 6 – Spazio no stop per giovani del Municipio Roma V - e da altri Centri per Minori del Comune di Roma

SEZIONE DANZA
Venerdì 20 Febbraio 2015
Ore 17.00 (Sala Bianca) Open studio danza e hip hop a cura di Maristella Viti

Ore 20.00 (Teatro) NELLA TEMPESTA – Cies Onlus – Centro Aggregativo Giovanile "MaTeMù"
adattamento e regia di Gabriele Linari
"Nella Tempesta" è uno spettacolo musicale e teatrale ispirato ai temi del viaggio, delle migrazioni, dell'identità in crescita e in ricerca. Il testo contiene estratti da La Tempesta di William Shakespeare, Le città invisibili di Italo Calvino, l'Eneide e l'Odissea, nonché brani redatti dai ragazzi e dagli operatori del Centro di Aggregazione Giovanile MaTeMù. Ma "Nella Tempesta" è anche e soprattutto musica e danza: canzoni e brani musicali originali e pezzi rap scritti dagli stessi ragazzi, e poi urban dance (break dance e hip hop) con i ballerini e le ballerine che hanno seguito il laboratorio del Centro.

Ore 22.00 (Teatro) VISURE D'INTERNO, studio per corpi e voce – Compagnia Manuela De Angelis e Daniela De Angelis

 

Sabato 21 Febbraio 2015

Ore 17.00 – 23.00 ( Teatro) DUSTY BATTLE IV EDIZIONE a cura di ACHRON
Oltre ad esseren un contest di breakin' è anche un grande spettacolo per gli amanti del ballo e adrenalina.
Tornano di nuovo i migliori b-boy italiani, presente una giuria formata dai b-boy di alto livello che valuterà accuratamente le performance delle coppie partecipanti.

SEZIONE MUSICA
Venerdi 27 Febbraio 2015
Ore 17.00 (Sala Bianca) Open studio percussioni a cura di Stefano Sansò

Ore 20.00 - 24.00 (Teatro)NO-STOP  DI CONCERTI con i giovani gruppi musicali del territorio

Sabato 28 Febbraio 2015

Ore 20.00 (Teatro)  PROGRESSIVAMENTE LIVE – Lato Due
Enzo "Sisma" Burgaletta (lead vocal, acoustic guitar), Alberto Esposito (bass, synth bass), Sergio Usai (drums), Roberto Ciancamerla (guitars), Domenico Curulli (keyboards, hammond organ, backing vocal)
Lato Due è una band Rock Progressive romana, attiva sin dagli anni 70 che nel 2012 ha festeggiato 40 anni di attività. Il gruppo può vantare, per la sua lunga militanza nel circuito musicale, una corposa esperienza live "a quatto cifre" oltre alle frequenti collaborazioni e sperimentazioni artistiche a tutto tondo, tra cui quella con la poetessa Alda Teodorani per il DVD "15 desideri" e con Beerinitaly, la prima trasmissione interamente dedicata alla birra artigianale. L'esperienza sul palco e la passione per il progressive rock da parte di tutti gli elementi del gruppo, fanno ancora dei Lato Due una solida band da "sentire" dal vivo.

Ore 22.00 (Teatro) RADICI - Kento & The Voodoo Brothers, in collaborazione con Associazione Da Sud
Francesco Carlo, Federico Camici, David Assuntino, Alessio Magliocchetti
Radici è il nuovo progetto musicale di Kento che, insieme ad una vera all star band, si propone di prendere il meglio dell'espressione lirica sperimentata nell'album precedente e unirla ad un sound che abbandona quasi del tutto i classici campionamenti tipici della musica rap per affidarsi al calore del suono analogico. Nei testi si incontrano la passione per il rap degli Anni '80 e '90 incontra quella per il cantautorato italiano e la canzone di protesta degli Anni '60 e '70, insieme agli echi d'oltreoceano.

giovedì 29 gennaio 2015

Teatro Belli: Buonanotte, mamma di Marsha Norman, con Elisabetta De Vito e Sarah Biacchi. Regia di Ciro Scalera.

N.O.S. - Nuovo Orizzonte Spettacolo
Presenta
Teatro Belli
10 | 22 febbraio 2015
Buonanotte, mamma
di Marsha Norman
Con
Elisabetta De Vito e Sarah Biacchi
Regia  Ciro Scalera
Scena e costumi Massimo Marafante
Aiuto regia Davide Strava
Foto Marco Pasqua

Il Teatro Belli accoglie il Pulitzer "Buonanotte, mamma"

Sarà in scena al Teatro Belli dal 10 al 22 febbraio 2015, Buonanotte, mamma di Marsha Norman, con Elisabetta De Vito e Sarah Biacchi. Regia  di Ciro Scalera.

Il testo indaga il rapporto di incomunicabilità tra una madre passivamente dipendente – la Thelma interpretata da Elisabetta De Vito – e Jessie, la figlia disperatamente svuotata dalla vita. Jessie, la delusa e depressa divorziata interpretata da Sarah Biacchi, in una delle ripetute serate di convivenza nell'anonima periferia americana  finalmente prende in mano le redini del proprio destino, nella maniera più definitiva. Alla drammatica decisione Thelma  non può rassegnarsi, trovando forse nel corso di questa notte speciale il primo vero contatto delle loro esistenze parallele.

"L'immobilismo di una madre ferma nel diritto di essere tale – scrive il regista Ciro Scalera -  Il prodigarsi di una figlia per compiacerla e tentare di definirsi. Una grande menzogna. Un singolare approccio alla vita e alla morte. Questi  gli ingredienti che danno vita a uno scontro dialettico e di sensibilità fra le due protagoniste. Una motilità interiore che ravviva un'apparentemente anonima  quotidianità. L'indagine su un passato che tinge la scena ora di note spietate, ora di struggente tenerezza. Una sorta di rush finale di due anime che tentano vanamente di afferrarsi l'un l'altra, di sconfiggere una solitudine imperante che tocca note nascoste in ogni cuore". 

Con l'atto unico " 'night, Mother " Marha Norman vinse il Pulitzer nel 1983, dopo aver scioccato il pubblico statunitense con questo potente interno familiare, che venne interpretato da attrici del calibro di Kathy Bates e Anne Bancroft.

Biografie
Elisabetta De Vito, pluripremiata interprete di prosa e docente di recitazione, è nota al grande pubblico anche per le sue partecipazioni a fortunati prodotti televisivi e cinematografici, da "Il Maresciallo Rocca"  a "Distretto di Polizia". Fra i sodalizi artistici si citano quelli con Gigi Proietti, con il quale si è formata, e con la "ditta" Pistoia e Triestino in numerosi allestimenti; l'ultimo, "Scacco pazzo" di Vittorio Franceschi.

Sarah Biacchi ha calcato i palcoscenici degli Stabili italiani nei ruoli più impegnativi, dalla Giulietta shakespiriana alla Mirandolina goldoniana, diretta da firme che vanno da Jurij Ferrini a Gabriele Vacis. La formazione musicale che l'ha portata da soprano fino in Giappone, negli ultimi anni le ha permesso originali progetti di teatro-musica, nei quali affronta grandi personaggi del passato, a partire da una recente, memorabile Edith Piaf.
        

Teatro Belli 
Piazza Sant'Apollonia 11/a  Roma  Tel. 06 5894875
dal 10 al 22 febbraio 2015
Orari spettacolo:  dal  martedì al sabato  ore 21:00   -  Domenica ore 17:30
Biglietti:  Interi euro 18,00; ridotti euro 13,00

RIDUZIONI PER I LETTORI DELLE TESTATE MEDIA PARTNER DELLO SPETTACOLO:
PERSINSALA, SALTINARIA, GUFETTO

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *