CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

giovedì 31 marzo 2016

Rai - Si lavora per il nuovo palinsesto 2016/2017 . Clerici al sabato sera?

Roma -Per ora ci solamente le tre puntate dellospettacolo musicale del Volo nei sabati sera dell'autunno televisivo della prima rete del servizio pubblico radiotelevisivo. Il programma con protagonisti i tre simpaticissimi ragazzi nati dal palcoscenico di Ti lascio una canzonedovrebbe essere posizionato nei sabati sera di settembre ad apertura della nuova stagione televisiva 2016-2017, la prima pienamente scritta ed ideata dalla nuova dirigenza della Rai Radio Televisione Italiana.
Certo, risulta un pochino ironico che, dopo l'annuncio del direttore generale della Rai Antonio Campo Dall'Orto che non ci sarebbe stata una nuova edizione di Ti lascio una canzone, l'apertura della nuova stagione dell'intrattenimento della Rete 1 verrà affidata proprio a tre artisti che sono nati grazie allo show condotto da Antonella Clerici, ma tant'è. Ma nelle settimane successive cosa andrà in onda nei sabati sera di Rai1?
Una delle opzioni su cui si sta discutendo e ragionando in queste settimane riguarda un vecchio show andato in onda sulProgramma Nazionale nel 1969 e di cui si è parlato anche negli anni passati, già durante la direzione di Rai1 di Mauro Mazza. Ci stiamo riferendo allo spettacolo diretto da Antonello Falqui "Stasera" e scritto da Marcello Marchesi, Italo Terzoli ed Enrico Vaime.
Nelle sei emissioni di quello show c'era un protagonista diverso ogni settimana, nello specifico di quelle trasmissioni i padroni di casa erano: Gianni Morandi, Adriano Celentano, le gemelle Kessler, Gino Bramieri e Gina Lollobrigida. Unica presenza fissa delle sei puntate la bravaFranca Valeri. Ecco, l'idea sarebbe proprio questa, cioè di fare un appuntamento fisso nei sabati sera d'autunno del 2016 animati da alcuni fra gli artisti del mondo dello spettacolo nostrano più rappresentativi a cui affidare altrettante serate.
Presenza fissa di questi appuntamenti potrebbe essere Antonella Clerici, che rimasta orfana del suo show, potrebbe cimentarsi in questo appuntamento di puro spettacolo. Il programma dovrebbe essere prodotto da Endemol, che quindi farebbe filotto nel week end di Rai1, con il venerdì sera di Tale e Quale Showcondotto da Carlo Conti ed il sabato sera con questo "nuovo" Stasera, che potrebbe vedere come presenza fissa Antonella Clerici.
Per ora sono solo ipotesi, staremo vedere come evolverà la situazione.

MARCO NICOLETTI  /  www.tvb login.it

Francesco Pannofino al Teatro dello Cometa con BLUE TOOTH di Gianni Clementi

Stagione teatrale 2015 | 2016
7 | 17 Aprile 2016
Associazione Culturale Nostos presenta
FRANCESCO PANNOFINO 
BLUE TOOTH
di Gianni Clementi
Regia di Claudio Boccaccini

Francesco Pannofino sarà il protagonista - al Teatro dello Cometa dal 7 al 17 aprile - della nuova commedia di Gianni Clementi, diretta da Claudio BoccacciniBLUE TOOTH

In questi nostri tempi in cui la  tecnologia ci obbliga ad una   continua ed ininterrotta connettività con il mondo esterno possiamo forse affermare  che le nostre relazioni sociali siano migliorate?

E' indubbio il fatto che la nostra perenne reperibilità ci consente d'intrattenere rapporti con persone non presenti al momento  ma è altrettanto vero che tutto questo si realizza spesso  ai danni di persone presenti, facendoci insomma troppo spesso preferire un altrove virtuale  ad un presente reale .

E' il destino del protagonista di "blue tooth"  il quale, incastrato in una serie interminabile di "comunicazioni", finisce con il perdere progressivamente la percezione del mondo che lo circonda.  

Un'inarrestabile arrembante  Francesco Pannofinoalle prese con una conversazione continuamente interrotta piena di spunti irresistibilmente comici e così terribilmente veri. 

Teatro della Cometa  - Via del Teatro Marcello, 4 – 00186
Orario prenotazioni e vendita biglietti: dal martedì al sabato, ore 10:00 -19:00 (lunedì riposto), domenica 14:30 – 17:00 - Telefono: 06.6784380

Orari spettacolo : dal martedì al venerdì ore 21.00, Domenica ore 17.00. Sabato 9 e sabato 16 aprile ore 17,00 e ore 21,00. Giovedì 14 ore 17,00 e ore 21,00

Costo biglietti:   Biglietti Platea € 30 | 1° Galleria € 25 | 2° Galleria € 20.
Biglietto ridotto per i lettori della testata media partner Media&Sipario
www.teatrodellacometa.it


--
www.CorrieredelWeb.it

Teatro Eliseo: concerto DOCTOR 3 Danilo Rea, Enzo Pietropaoli, Fabrizio Sferra




STAGIONE CONCERTISTICA 2015-2016
Prendiamo nota!

Eliseo jazz Teatro Eliseo Domenica 3 aprile 2016 - ore 12.00

Il Festival "Percorsi Jazz" presenta:
DOCTOR 3

Pianoforte: DANILO REA

Contrabbasso: ENZO PIETROPAOLI

Batteria: FABRIZIO SFERRA


PROGRAMMA:"Musiche originali"
Torna al Teatro Eliseo Danilo Rea questa volta in una tipica formazione cameristica jazz di altissimo livello: Doctor 3, già nota per i riconoscimenti e le prestigiose esibizioni negli ultimi vent'anni.
Il trio Doctor 3 è nato nel 1997 in occasione del primo disco The tales of Doctor 3 giudicato miglior album italiano dalla rivista Musica Jazz l'anno successivo. Unisce chiaramente nel medesimo progetto tre autentiche eccellenze del mondo jazz nostrano: Enzo Pietropaoli, contrabbassista già membro del Trio di Roma (fondato nel 1975 sempre insieme a Danilo Rea e Roberto Gatto), ed il batterista Fabrizio Sferra, protagonista della scena italiana jazz sin dal 1983 insieme ad Enrico Pieranunzi e lo stesso Pietropaoli nel gruppo Space Jazz Trio

Il progetto Doctor 3 costituisce chiaramente una delle maggiori formazioni italiane: oltre ad essere stati applauditi dal pubblico e la critica come "miglior gruppo jazz" nel 1999, 2001 e 2003, i tre artisti hanno avuto modo di incidere diversi dischi, la cui particolarità è proprio l'interesse nei confronti della canzone pop italiana che diventa punto di riferimento imprescindibile per le varie improvvisazioni del gruppo durante i numerosi concerti. 
 
I tre musicisti sono degli interpreti appassionati del genere jazz nel quale convertono e traducono alcune della cover dei maggiori cantanti pop e rock a livello mondiale: da Sting, ai Beatles sino ai Red Hot Chili Peppers, da Domenico Modugno a Tom Waits, senza trascurare l'ambito della musica classica e dell'opera in modo particolare, (quella di Pietro Mascagni in primis). 

Fra le pubblicazioni più celebri della formazione ricordiamo dopo The Tales of Doctor 3, The Songs Remain The Same (del giugno 1999) e il Progetto Sgt.Pepper registrato dal vivo il 12 marzo del 2007 presso la Casa del Jazz di Roma, in uno splendido omaggio all'opera dei Beatles Sgt. Pepper's Lonely hearts club band. Estremamente interessante da parte del gruppo è stato inoltre il tributo alle maggiori e più celebri canzoni mondiali del 1968, riviste in salsa jazz nell'album Omaggio alle canzoni del sessantotto registrato nel 2008, sempre presso la Casa del Jazz di Roma. Quest'ultimo è stato allegato alla collana Jazz Italiano Live 2008 del settimanale L'Espresso. Il pubblico del Teatro Eliseo avrà dunque l'occasione di ascoltare il non plus ultra dell'espressione jazz italiana in un medley dall'intera opera del gruppo.
teatro eliseo
Via Nazionale, 183 -- 00184 Roma
Tel. 06 – 83510216
e-mail biglietteria@teatroeliseo.com
Biglietteria on-line
www.teatroeliseo.com

BIGLIETTI
Ingresso da 15 a 10 euro



--
www.CorrieredelWeb.it

Debutto PRIMA ASSOLUTA DANZA DANCING PARTNERS 5-6 aprile h 21 Teatro Vascello Roma

STAGIONE TEATRALE 2015-2016
Teatro Vascello 
sala Giancarlo Nanni
DEBUTTO NAZIONALE
DANZA

5-6 aprile 2016 
Martedì e mercoledì h 21
DANCING PARTNERS
Dopo il successo in Spagna, Inghilterra e Svezia arriva a Roma in PRIMA ASSOLUTA
Compagnie 
SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET (ITALIA)
THOMAS NOONE DANCE (SPAGNA)
COMPANY CHAMELEON (INGHILTERRA)
NORRDANS (SVEZIA)

Coreografie 
Mauro Astolfi   Thomas Noone   Anthony Missen   Mats Ek   Katrín Hall
Guarda il video promo https://vimeo.com/150598521
  
Durata dello spettacolo: 1 ora e mezza più 15 minuti intervallo

Nella stagione 2015/2016 dopo aver fatto tappa in Spagna a Barcellona e Sabadell, in Inghilterra a Manchester e in Svezia a Harnosand e Sundsvall, il Dancing Partners arriva per la prima volta in Italia a Roma il 5 e 6 aprile presso il Teatro Vascello e e l'8 aprile a Rieti presso il Teatro Flavio Vespasiano.
Dancing Partners è un progetto in rete avviato nel 2013 per la promozione della danza contemporanea su scala europea da parte di un team di artisti consolidati di diverse nazionalità. I partner sono: Thomas Noone Dance (Spagna), Norrdans (Svezia), Company Chameleon (Inghilterra) e Spellbound Contemporary Ballet (Italia). Quest'ultima è entrata nel progetto nel 2014 grazie ai rapporti professionali già attivi con gli artisti delle altre compagini, ospitate più volte in residenze creative nell'ambito dei percorsi didattici del Daf - Dance Arts Faculty - dove la compagnia italiana ha sede. 
Dancing Partners non ha come fine solo la promozione del lavoro degli artisti coinvolti, ma un forte radicamento nei territori toccati con attività di formazione di settore oltre che di avvicinamento del pubblico. Uno degli aspetti fondamentali di Dancing Partners è la cooperazione tra artisti e l'interazione con il territorio. I diversi componenti, infatti, si trovano a lavorare in progetti in cui la condivisione di un pensiero artistico comune prevale sull'etichetta del singolo.
Dancing Partners, concepita come iniziativa itinerante, ha quindi lo scopo primario di "condividere" spazi e pubblico. Le residenze temporanee, nella sede della Compagnia ospitante, diventano, di volta in volta, luogo di scambio e confronto tra i vari artisti grazie a performance, laboratori, incontri, dibattiti con il pubblico avvicinati nelle attività di formazione.
Nella tappa italiana, così come nelle precedenti, il programma prevede spettacoli, incontri e attività collaterali attente a mettere in dialogo il contenuto artistico proposto con il territorio. Dancing Partners è inaugurato il 4 aprile alle ore 20.30 con uno showcase informale presso lo spazio performativo del Daf - Dance Arts Faculty - dove gli allievi del triennio professionale portano in scena alcune creazioni di Thomas Noone e Mauro Astolfi, frutto delle precedenti residenze. Nei giorni 5, 6 aprile a Roma e 7, 8 aprile a Rieti sono inoltre organizzati alcuni laboratori coreografici - per danzatori professionisti e non - sia negli studi del Daf che in palcoscenico presso il Teatro Vascello di Roma e il Teatro Flavio Vespasiano di Rieti.
Il 5 aprile, dopo lo spettacolo al Teatro Vascello, è previsto un incontro con il pubblico e il 6 aprile, presso la Sapienza Università di Roma, un incontro con gli studenti. 
Le serate di spettacolo in teatro vedono coinvolte le quattro compagnie con un programma artistico che spazia dal gesto asciutto e minimale del coreografo Thomas Noone, al linguaggio vorticoso e dinamico di Mauro Astolfi, per arrivare al contact improvisation di Anthony Missen che ha riadattato per l'evento un suo storico duetto creato come piece outdoor, fino alla straordinaria presenza di un cameo a firma di Mats Ek, grande autore contemporaneo che ha da poco annunciato il ritiro dalle scene delle sue creazioni, uno dei motivi per cui l'evento acquista un sapore di eccezionalità.


PROGRAMMA
Prima Parte

SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET
in
THE HESITATION DAY
Coreografia   Mauro Astolfi
Musica   Norn   Amon Tobin
Disegno Luci   Marco Policastro
Interpreti   Fabio Cavallo   Giovanni La Rocca   Mario Laterza   Giacomo Todeschi
Una produzione Spellbound realizzata con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con The Egg-Albany-NY/USA


NORRDANS
in
PAS DE DANSE
Coreografia   Mats Ek
Musica   J.P. Nyström   Benny Anderssons Orkester
Disegno Luci   Jörgen Jansson
La creazione ha debuttato in Prima Mondiale nel 1992 con Hamburg Ballet, parte di MENINGSLÖSA HAGAR

Pausa


COMPANY CHAMELEON
in
PUSH
Coreografia   Anthony Missen & Kevin Edward Turner
Musica   Savath + Savalas   Ryuichi Sakamoto   Ryuichi Sakamoto
Interpreti   Thomasin Gulgec   Theo Fapohunda
Produzione Co-Commissionata da Without Walls e Dance Initiative Greater Manchester

Intervallo


Seconda Parte

THOMAS NOONE DANCE
in
UNTIL THE END
Coreografia   Thomas Noone
Musica   Miguel Marin (Arbol)
Disegno Luci   Thomas Noone e Enric Alarcon
Assistente coreografa   Nuria Martinez
Interpreti   Alba Barral   Jeronimo Forteza   Javier Garcia
Thomas Noone Dance è sostenuto da ICEC (Institut Catalan de Empreses Culturals - Departament de Cultura de La Generalitat de Catalunya) Institut Ramon Llull, e INAEM (Instituto Nacional de las artes Escenicas y de la Musica - Ministerio de Educación Cultura y Deporte de España).


NORRDANS
in
TUOMAS
Coreografia   Katrín Hall
Musica   Ólafur Arnalds e Jóhann Jóhannsson, arrangiamento ed esecuzione Jesper Norberg e Patrik Grundström
Costumi   Helle Carlsson
Interpreti   Viktor Konvalinka   Hanna Nussbaumer
Prima mondiale 2014, parte del progetto SJU GÅNGER SJU


SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET
in
LOST FOR WORDS/L'INVASIONE DELLE PAROLE VUOTE - STUDIO III
Coreografia   Mauro Astolfi
Musica Originale   Carlo Alfano
Musica   Michal Jacaszek
Disegno Luci   Marco Policastro
Interpreti   Fabio Cavallo   Maria Cossu   Giovanni la Rocca   Mario Laterza   
Giuliana Mele   Claudia Mezzolla   Giacomo Todeschi   Violeta Wulff Mena   
Serena Zaccagnini
Produzione realizzata con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Regione Lazio Ufficio Cultura, Spettacolo e Sport, in collaborazione con Chutzpah Festival- Vancouver
Lo spettacolo replicherà anche 8 aprile 2016 ore 21:00 - Teatro Flavio Vespasiano, Rieti

Ufficio Stampa e promozione Teatro Vascello
Cristina D'Aquanno cell 340 5319449
Teatro Vascello Via Giacinto Carini 78

Biglietteria:
Danza € 15,00 - € 12,00
Servizio di prenotazione € 1,00 a biglietto


Vi Aspettiamo
SOSTIENI LA CULTURA VIENI AL TEATRO VASCELLO
Il Teatro Vascello ha aperto un nuovo spazio Bar l'ART THEATRE BIO BISTRO' aperto dalle 11 alle 23 propone Mamma e papà vanno a teatro ART Theatre Biobistrò mette a disposizione il servizio Kid Garden a pagamento a 5,00 euro negli orari di spettacolo su richiesta, prenota due giorni prima dello spettacolo apromozione@teatrovascello.it ; e poi aperitivi, vino, cibo veg, cucina crudista, estratti, centrifughe e smootie, tanti canapè veg, tisane, tè dal mondo, yoga, , musica, laboratori sensoriali miele/olio, etica, mostre d'arte; a questo riguardo si è aperta la nuova mostra di Opere di Maria Grazia Addari pittrice Monteverdina Ritrattista, che sarà godibile fino a metà marzo 2016 vi aspettiamo! 

IL Teatro Vascello si trova nello splendido quartiere di Monteverde vicino al Gianicolo sopra a Trastevere a Roma, con i suoi 350 posti, la platea a gradinata e il palcoscenico alla greca permette un'ottima visibilià da ogni postazione.
Il Teatro Vascello propone spettacoli di Prosa, Spettacoli per Bambini, Danza, Drammaturgia Contemporanea, Eventi, FestivaL, Rassegne, Concerti, Laboratori

NOTE SULLE COMPAGNIE

SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET (ITALIA)
Fondata nel 1994 da Mauro Astolfi, affiancato alla guida due anni dopo da Valentina Marini, Spellbound opera dal 2000 con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.
Forte di una cifra stilistica inconfondibile, esaltata da un ensemble di danzatori considerati tra le eccellenze dell'ultima generazione, la compagnia si colloca oggi nella rosa delle proposte italiane maggiormente competitive sul piano di una dialettica internazionale, espressione di una danza che si offre al pubblico con un vocabolario ampio e in continua sperimentazione, capace di convincere le platee dei principali Festival di tutto il mondo. L'attenzione a standard performativi di qualità ha reso l'immagine di Spellbound adatta a uscire dai Teatri per impreziosire numerose serate Rai firmate da Vittoria Cappelli e Vittoria Ottolenghi, laddove musica e danza sono al servizio di prodotti dedicati spesso a tematiche artistiche più ampie. La Compagnia ha così posto negli anni le basi di un percorso in cui il divario tra spettatore, amatore e artista si è fatto sempre più sottile, alimentando attraverso venti anni di seminari e workshop, una filiera creativa che ha avvicinato al palcoscenico migliaia di danzatori e curiosi. Questo processo ha dato luogo alla creazione di un autentico vivaio di giovani ballerini in rapporto dialettico con la Compagnia. 
Per Dancing Partners la compagnia presenta al pubblico romano "The Hesitation Day" un quartetto maschile fresco che ha debuttato negli Stati Uniti al The Egg di Albany e un riallestimento del terzo capitolo della fortunata triologia "Lost for words" riadattato di recente per Chutzpah!Festival di Vancouver, entrambi firmati dal coreografo Mauro Astolfi.


THOMAS NOONE DANCE (SPAGNA)
Thomas Noone Dance (TND) è una compagnia di danza contemporanea che porta in scena il lavoro dell'omonimo coreografo Noone con l'obiettivo di costruire un'emozionante danza fisica. Dalla sua nascita, nel 2001, TND ha sviluppato uno stile inconfondibile che coniuga un'elevata capacità tecnica dei ballerini a una ricerca su un linguaggio capace di suscitare emozioni utilizzando il corpo come mezzo di espressione artistica. Nel 2006 TND è diventata compagnia residente al SAT! Theatre, passaggio che ha permesso un notevole ampliamento del repertorio e la messa in scena di nuove iniziative con lo scopo di esplorare obiettivi culturali e socio-educativi diversi per creare ulteriori metodi per comunicare con il pubblico.
Per Dancing Partners TND presenta "Until the end", coreografia di Thomas Noone. Il pezzo è un'esplorazione di come la danza può provenire dal gesto, che racconta il gioco delicato tra intenzione e bellezza artistica, tra ordine e caos.


COMPANY CHAMELEON (INGHILTERRA)
"Come un camaleonte cambia colore, così anche noi cambiamo il nostro: il contesto - che sia un quartiere popolare o un palco - il medium - sia film o performance dal vivo - attraverso tutti i diversi stili in cui operiamo cerchiamo sempre di scoprire nuovi modi di rappresentazione."
La compagnia Chameleon crede nel Dance Theatre come metodo fondamentale per il cambiamento sociale. Il loro lavoro permette allo spettatore di sperimentare l'arte della danza, affrontando in modo creativo i problemi e le difficoltà. La compagnia Chameleon porta dunque in scena storie, racconti e archetipi alla vita con bellezza, forza e intensità. Il loro lavoro ha lo scopo di colmare il divario tra la danza teatrale contemporanea, gli artisti e il pubblico. L'ispirazione per il loro lavoro è di ampio respiro: osservazioni sociali, domande sulla condizione umana, identità e concetti astratti.
Nelle serate italiane del progetto Dancing Partners, Chameleon ci propone "Push" una pièce creata da Antony Missen e Kevin Edward Turner: nata come performance outdoor, "Push" è un potente e coinvolgente duetto maschile, parte di una trilogia che prende in esame le interazioni tra gli uomini ed esplora la natura complessa della psicologia maschile.


NORRDANS (SVEZIA)
Norrdans è una compagnia di danza con sede nel nord della Svezia. La loro missione è quella di presentare al grande pubblico produzioni di danza contemporanea di alta qualità in tutte le sue forme. Fin dall'inizio, nel 1995, ha prodotto un gran numero di spettacoli con coreografi di grande valore internazionale e nuovi talenti. Il loro obiettivo è infatti quello di offrire differenti esperienze e di esplorare e sviluppare continuamente l'incontro tra la danza contemporanea e il pubblico.
La compagnia ha sede ad Härnösand, ma è spesso in tour a livello regionale, nazionale e internazionale. Norrdans fa parte della rete NMD - Norrlands nätverk för Musikteater och Dans. Norrdans fa parte inoltre del Scenkonst Västernorrland, un'istituzione culturale regionale di proprietà del County Council di Västernorrland e del comune di Sundsvall. Le produzioni della Compagnia hanno il sostegno dell'Arts Council svedese e del comune di Härnösand.
In questa edizione di Dancing Partners Norrdans presenta due creazioni a firma di due diversi autori scandinavi, Katrín Hall e il leggendario Mats Ek.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.